CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

I vincitori della XII edizione del Magna Graecia Film Festival


I vincitori della XII edizione del Magna Graecia Film Festival
Michele Alhaique premiato per "Senza Nessuna Pietà"
PREMIO "COLONNA D'ORO" ALLA CARRIERA
PHILIPPE LEROY

PREMIO "COLONNA D'ORO" PER LA MUSICA
BRUNORI SAS

PREMIO PIAZZA MARIO MONICELLI
LA PRIMA VOLTA DI MIA FIGLIA di Riccardo Rossi
Motivazione: Un premio importante perché dà voce alla gente… Per il calore e i consensi con il quale il pubblico ha risposto ad un’opera prima tenera e delicata che ha suscitato risate ed emozioni. Il premio è rivolto anche al suo regista, Riccardo Rossi, che ha catturato e coinvolto i numerosi presenti con la sua verve e la sua sensiblità, ponendosi allo stesso livello dello spettatore che si è sentito piacevolmente protagonista”.

PREMIO MIGLIOR ATTORE
EDOARDO PESCE per il film “Se Dio vuole”
“Questo festival è da sempre un occasione preziosa per valorizzare i talenti nascenti. Favino, Bisio, Giallini, Gassman, Haber… sono alcuni dei grandi protagonisti che abbiamo ammirato quest’anno, li conosciamo e li apprezziamo tutti, ma la giuria, interpretando lo spirito del festival, ha ritenuto di destinare la colonna per il miglior attore ad un giovane talento che a nostro giudizio ha meritato pienamente l’applauso caloroso di questa piazza.

PREMIO MIGLIORE ATTRICE
GRETA SCARANO per il film “Senza nessuna pietà”
Motivazione: Un riconoscimento che è una conferma. Tre anni fa, su questo palco, venne premiata una giovanissima attrice di grande talento. Oggi è una grande protagonista del cinema italiano. Le attribuiamo la Colonna d’Oro come miglior attrice protagonista per la sua interpretazione intensa ed emozionante.

PREMIO MIGLIORE SCENEGGIATURA
SE DIO VUOLE di Edoardo Falcone
Motivazione: Un film che ha saputo trattare con toni leggeri, ma non superficiali, temi delicati come quello della vocazione e della spiritualità. Critica e pubblico si sono trovati d’accordo nel riconoscersi nelle diverse sensibilità espresse dal film.

PREMIO MIGLIOR OPERA PRIMA
SENZA NESSUNA PIETA’ di Michele Alhaique
Motivazione: Un film che ha colpito per tensione narrativa, costruzione drammaturgica, bravura degli interpreti e potenza delle immagini.

MENZIONE SPECIALE DELLA GIURIA AL MIGLIOR FILM INDIPENDENTE
LA SETTIMA ONDA di Massimo Bonetti
Motivazione: Questo film dimostra la capacita di noi italiani di trasformare i momenti di crisi, come quello che attraversa il nostro paese, in opportunità produttive, prove d’ingegno e occasioni creative. Bonetti è riuscito a realizzare un film di qualità con risorse limitate, senza che ciò abbia compromesso la forza espressiva dell’ opera. Per queste ragioni la giuria ha deciso di destinare una colonna al cinema indipendente.

03/08/2015, 15:53

Simone Pinchiorri