Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

IL COLORE VERDE DELLA VITA - I dolori di tutti


IL COLORE VERDE DELLA VITA - I dolori di tutti
A seguito della morte di un amico durante una rapina finita male, Elias decide di fuggire dalla citt per non essere catturato dalle forze dellordine. Nel suo viaggio il giovane incontra Franco Forgione, un uomo saggio e vissuto che, vedendo in Elias i chiari sintomi della tossicodipendenza, decide di aiutarlo accogliendolo in casa...

Questa la sinossi ufficiale del film "Il colore verde della vita" di Pier Luigi Sposato, opera prima che accumula temi e spunti di riflessione in una cornice per decisamente povera per quanto riguarda mezzi produttivi e chiarezza di sceneggiatura.

Davvero troppi gli argomenti affrontati (o intuiti), dal disagio familiare alla droga all'autoflagellazione alla follia e a quant'altro, troppi 'dolori' che permeano la storia senza un'effettiva e coinvolgente motivazione. Il percorso di rinascita del protagonista procede di pari passo con l'accumulazione di temi e concetti, e sviluppi di questo spessore avrebbero necessitato - non ce ne vogliano - di attori e autori di comprovata esperienza e capacit per essere resi al meglio.

Onorevole l'intenzione del progetto, ma davvero eccessivo il risultato finale.

20/05/2015, 16:25

Carlo Griseri