Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

FESTIVAL TETOUAN 21 - I premi. Vince "Il Giovane Favoloso"


Miglior lungometraggio il film di Mario Martone. Menzioni speciali per "Stella Maris" e "reCuiem".


FESTIVAL TETOUAN 21 - I premi. Vince
Trionfo per l'Italia alla ventunesima edizione del Festival International du Cinéma Méditerranéen de Tétouan (28 marzo - 4 aprile 2015) in Marocco. "Il Giovane Favoloso" di Mario Martone, con Elio Germano nei panni del poeta Giacomo Leopardi, ha vinto il Tamouda d’Or come migliore film di lungometraggio. Tra i cortometraggi ben ledue menzioni speciali della giuria attribuite ad opere italiane: "Stella Maris" di Giacomo Abbruzzese e "reCuiem" di Valentina Carnelutti.

Questo il palmares completo:

Lungometraggi
Tamouda d’Or
Il giovane favoloso di Mario Martone (Italia)

Premio Mohamed Rekkab , Premio Speciale della Giuria
La Terre éphémère di George Ovashvili (Georgia/Francia)0
Premio Azzedine Meddour, Premio Migliore Opera Prima
Sivas di Kaan Müjdeci (Turchia/Germania)
Premio Diritti Umani
La moitié du ciel di Abdelkader Lagtaa (Marocco/Francia)
Premio Migliore Interpretazione Maschile
Asser Yacine per la sua interpretazione nel film Les murs de la lune di Tarik Aryane (Egitto)
Premio Migliore Interpretazione Femminile
Lola Duenas per la sua interpretazione nel film Los fenómenos di Alfonso Zarauza (Spagna)
Premio del Pubblico
Les petits bonheurs di Mohamed Chrif Tribak (Marocco)

Cortometraggi
Gran Premio della Città di Tétouan
Moul Lkelb film di Kamal Lazraq (Marocco/Francia)
Premio della Giuria
Le dernier de Céfrans di Pierre e Emmanuel Urcun (Francia)
Premio per l'Innovazione
Flash di Ruiz Rojo Alberto (Spagna)
Menzione Speciale
Stella Maris di Giacomo Abbruzzese (Italia)
reCuiem di Valentina Carnelutti (Italia)


Documentari
Gran Premio della Giuria Migliore Documentario
Roshmia di Salim Abou Jabal (Palestina/Qatar/EAU/Siria)
Premio Speciale della Giuria
Home Sweet Home di Nadine Naous (Libano)
Premio Migliore Opera Prima
Pirates of Sale di Merieme Abdou (Marocco)

05/04/2015, 11:35

Simone Pinchiorri