banner430X45

Si conclude con successo la prima edizione del WAG Film Festival


Si conclude con successo la prima edizione del WAG Film Festival
Applausi e commozione hanno concluso questa prima edizione del WAG Film Festival.
Dopo l’apertura con la citazione di Fellini, la serata di ieri dedicata al teatro si è chiusa con lo spettacolo “La bella e la bestia – Un reality” diretto da Lorella Serni e una frase di Pier Paolo Pasolini.

In apertura di serata “Il piacere di un buon libro”: durante l’aperitivo allo SPAZIO Easy Jazz BAR, alcuni brani di George Orwell, Michela Murgia, Italo Calvino e Vanni Santoni sono stati letti dall’Associazione I Leggomanti per un’unione piacevole tra varie le forme di arte confermata dal successo di questi eventi collaterali. Prima dello spettacolo, nel foyer dell’auditorium erano visibili alcuni scatti fotografici di Giacomo Focardi per “Dietro il Wag… parte II” con immagini dal backstage.

La serata dedicata al teatro ha concluso il Festival: ispirato alla famosa fiaba, uno spettacolo divertente, ma anche ironico e pungente verso il contemporaneo, attraverso il volgare e la pochezza dei reality televisivi, mostrando questo modo di fare spettacolo in una falsa cornice patinata che ne estremizza i contrasti e le contraddizioni. Lo scontro si ripete anche nella scelta di affiancare al linguaggio teatrale quello televisivo della ripresa in video, che diviene una presenza incombente, un terzo occhio tra scena e spettatore. Da qui, la frase di Pasolini: “Il linguaggio della TV è simile al linguaggio delle cose, è pragmatico e non ammette repliche, alternative, resistenza”.

I ringraziamenti finali a tutti coloro che hanno creduto in questo evento collaborando alla sua realizzazione, alle persone dello staff organizzativo che con impegno e passione hanno dato vita a quattro bellissime serate.
Il WAG Film Festival è finito, ma solo la prima edizione: ci sono già la voglia e l’entusiasmo di ricominciare a pensare al programma per il prossimo anno…

11/11/2013, 18:52