I Viaggi Di Roby

GRUPPO 63 - Una serata a Torino per omaggiare i 50 anni


Ugo Nespolo, Nanni Balestrini e Paolo Bertetto presentano una rassegna di video d'arte degli anni '60


GRUPPO 63 - Una serata a Torino per omaggiare i 50 anni
Ugo Nespolo, Nanni Balestrini e Paolo Bertetto a Torino - Foto Carlo Griseri
Il Museo Nazionale del Cinema ha ospitato ieri, mercoled 9 ottobre, in occasione del cinquantenario del Gruppo 63, una serata dedicata al cinema sperimentale italiano realizzato da artisti e filmmaker attivi in quel periodo e vicini allesperienza del movimento, nato a Palermo nellottobre del 1963.

Il programma introdotto da Nanni Balestrini, Paolo Bertetto e Ugo Nespolo. "Il cinema sperimentale italiano - ha esordito Nespolo, presente (anche) in qualit di presidente del Museo del Cinema - stato un fenomeno di nicchia ma sempre puro, senza secondi fini. Abbiamo appreso l'insegnamento degli americani, che era quello di usare la cinepresa come un pennello, e abbiamo cercato sempre il 'nuovo'. Il Gruppo 63 veniva anche chiamato i novissimi, non a caso".

Nanni Balestrini ha ricordato la volont di "usare la data del cinquantenario per dare un'idea di ci che questo gruppo riusc a fare, dando un contributo unico all'arte italiana".

La selezione dei film stata curata da Paolo Bertetto. "L'ultima grande stagione dell'avanguardia italiana stata quella degli anni '60, unica nel '900 insieme a quella futurista di inizio secolo", ha detto il critico. "Quella forza di sperimentare, quella forza di innovazione andata perduta, speriamo non per sempre: il Gruppo 63 ha dialogato con il sistema delle arti visive, che era quello pi avanti. Il 68 ha poi disgregato questa realt".

Per loccasione sono stati proiettati i film "La verifica incerta" (1964-65) di Gianfranco Baruchello e Alberto Grifi, "La galante avventura del cavaliere dal lieto volto" (1967, 10), "Neonmerzare" (1967, 3), "Boettinbianchenero" (1968, 6), "Buongiorno Michelangelo" (1969, 12) tutti di Ugo Nespolo -, "Perforce" (1968, 15) di Baruchello, "Hermitage" (1967, 26) di Carmelo Bene e "Living and Glorious" (1965, 21) di Alfredo Leonardi.

10/10/2013, 12:35

Carlo Griseri