I Viaggi Di Roby

I vincitori dell'ottava edizione del Sardinia Film Festival


I vincitori dell'ottava edizione del Sardinia Film Festival
MIGLIOR ANIMAZIONE STRANIERA
PARTIR
di Joanna Lurie - Francia
Motivazione: Per l'originalità del soggetto e la poesia della tecnica mista usata. Un semplice segno, su differenti superfici murali, si anima per dar vita a una storia minimal, intima, con delicate e accennate modularità.

MIGLIOR ANIMAZIONE ITALIANA
PRETI
di Smeriglia Astutillo
Motivazione: Per la corrosiva e debordante satira. Incisiva, fulminante e voracemente calibrata, la sceneggiatura di quest’animazione è una delle migliori e incalzanti degli ultimi anni. Tensione e creatività linguistica sono i principali pregi di questo film.

MIGLIOR FICTION STRANIERA
AQUEL NO ERA YO
di Crespo Esteban - Spagna
Motivazione: Drammatico e intenso dalla prima all’ultima immagine, il film si caratterizza per la maestria di un crescendo, quasi rossiniano, delle emozioni provocate dal tema bambini-soldato coinvolti nella violenza cieca, di improbabili rivoluzioni.

MIGLIOR FICTION ITALIANA
PRE-CARITÀ
di Flavio Costa
Motivzione: Commedia dell’assurdo con tocchi di poesia surreale su un tema di scottante attualità: la disoccupazione. Divertente proposta per la soluzione dei problemi correlati alla mancanza di lavoro. Curioso ed esilarante il rovesciamento finale del punto di vista.

MIGLIORE CORTOMETRAGGIO “SCUOLA” (EX-EQUO)
PEPE IN GITA
di Livio Taricco e Simona Battignani
Motivazione: Per la leggerezza di tocco stilistico di un'animazione articolata e nata tra i banchi di scuola. Magistrale la costruzione delle architetture e scenografie con materiali poveri.
COME AL SOLITO di Rodolfo Lissia e Ugo Leone Cavalcanti
Motivazione: Per l’originalità delle riprese in soggettiva e la dinamicità del racconto di una giornata tipo in una scuola italiana oggi. Il racconto, in forma corale, si sviluppa con ironia e disarmante realismo.

MIGLIOR DOCUMENTARIO STRANIERO
OIL FIELD
di Golovnev Ivan - Russia
Motivazione: Per la pulizia formale e la grande delicatezza che s'inscrivono nella grande tradizione del cinema russo. I paesaggi diventano narrazioni delle emozioni e correlativi-oggettivi della storia. Fotografia di altissimo livello.

MIGLIORE VIDEO-ART
LES BAIGNEURS
di Albert Merino - Spagna
Motivazione: Per la raffinatezza dell'idea e il fascino della realizzazione tecnica, dove il micro si fonde e convive col macro in un panorama di contraddizioni visive di grande spessore. Storia dei margini che diventano centro. Storia del mondo dentro altri mondi.

MIGLIOR SPERIMENTALE
SURROUNDED
di Körner Arne - Germania
Motivazione: Per la purezza dell’immagine in movimento che non si serve della letteratura per sussistere. Nella scia del cosiddetto Cinema Assoluto delle avanguardie o cinema puro. Porzioni della macchina e dei suoi meccanismi come sinfonia della materia. Architetture che diventano quarti di realtà colti nel loro momento più reificato.

MIGLIOR FILM VETRINA SARDEGNA
BUIO
di Jacopo Cullin e di Joe Bastardi
Motivazione: Per l'esercizio di una sottile e profonda ironia sui temi della vita e dei rapporti. Leggera commedia quasi con un tocco di francesità, cosa rara per il giovane cinema italiano.

MEDAGLIA DELLA PRESIDENZA DELLA CAMERA DEI DEPUTATI A
SUR LA ROUTE DU PARADIS
di Uda Benyamina – Francia
Motivazione: Per la capacità di raccontare in maniera partecipata la faticosa sopravvivenza dei clandestini alla ricerca di una normalità negata. Notevole e pieno di dignità il personaggio della bambina superbamente interpretato dalla giovanissima Sanna Marouk.

MENZIONE SPECIALE
AL DI LA DEL MARE
di Paolo Bandinu
Motivazione: Per la notevole qualità estetica e la dinamicità del montaggio video delle storie pittoriche in movimento.
Menzione speciale a Federico Lubino per il complesso della sua attività artistica che ha contribuito allo sviluppo della cinematografia in Sardegna.

PREMIO DI RAPPRESENTANZA DEL PRESIDENTE DEL SENATO DELLA REPUBBLICA
Il presidente del Sardinia Film Festival Angelo Tantaro consegna il Premio di rappresentanza del Presidente del Senato della Repubblica a Marco Asunis, presidente della Ficc (Federazione Italiana Circoli del Cinema). Questa la motivazione: "Come riconoscimento per l’impegno dimostrato verso l’associazionismo di cultura cinematografica e più in generale per la sensibilità verso tutte le tematiche di impegno civile e sociale per una società meno compromessa".

GIURIA CARTA GIOVANI
La giuria Carta Giovani, composta da Simone Congiu, Alberto Diana, Marta Fiori, Andrea Pandolfi e Fabio Zanda, riunitasi a Sassari presso il Polo Didattico “Quadrilatero” dell’Università, in occasione della VIII^ edizione del Sardinia Film Festival nei giorni 27 e 28 Giugno 2013, ha deciso di attribuire i seguenti premi:
Medaglia Presidente della Repubblica
Maybe Another Time
di Amirhossein Asgari (Iran, 2012)
Motivazione: Una cruda rappresentazione del consumismo, visto attraverso gli occhi di un bambino nel contesto culturale medio orientale, condizionato dagli effimeri modelli della globalizzazione
Menzione Speciale per la tematica sociale
Hedgehogs and the City
di Evalds Lacis (Lettonia, 2013)
Motivazione: Una fantasiosa messa in discussione del modello socio-economico occidentale, in un’ottica di valorizzazione dell’ambiente, sviluppata mediante il linguaggio dell’animazione e attraverso il punto di vista degli animali
Premio Carta Giovani
Kong peh tshat (How I Learned to Tell a Lie)
di Shang-Sing Guo (Taiwan, 2012)
Motivazione: Una spietata critica al modo in cui le istituzioni inducono alla corruzione anziché alla giustizia; un dramma rielaborato dal protagonista attraverso la sua fantasia, la quale gli permette di resistere ai condizionamenti del potere.
Menzioni Speciali Carta Giovani
Margerita
di Alessandro Grande (Italia, 2013)
Motivazione: Una rappresentazione della tematica del pregiudizio su base etnica che, coltivato inconsciamente dallo spettatore, viene poi smontato dalla forza delle passioni del protagonista.
Mi ojo derecho di Josecho De Linares (Spagna, 2012)
Motivazione: Un commovente ritratto del rapporto tra familiari, complicato dallo scorrere del tempo, nel quale lo spettatore riesce facilmente ad identificarsi.

30/06/2013, 11:22