I Viaggi di Robi

PADRONI DI CASA - Il ritorno di Gianni Morandi


Presentato a Locarno l'unico film italiano del concorso, opera seconda di Edoardo Gabbriellini


PADRONI DI CASA - Il ritorno di Gianni Morandi
Finalmente il giorno dell'Italia, viene presentato in prima mondiale il film di Edoardo Gabriellini Padroni di casa con gli attori Elio Germano, Valerio Mastrandrea, Valeria Bruni Tedeschi e la new entry Gianni Morandi che interpreta sullo schermo il ruolo del cantante, sua lunga e feconda professione nella vita reale. Una pellicola ben fatta, immagini e suoni molto curati, dove si tesse lenta la ragnatela della violenza che esplode nella parte finale, incomprensibile ma qualche volta purtroppo reale.

E' l'esplosione degli istinti a scapito della sana e saggia razionalit. Si nota il contrasto rilevante tra la natura e l'uomo, fin dalle prime immagini. La natura che calma e solo se minacciata fa la voce grossa, nella prima scena dove il lupo difende la propria zona, e l'uomo invece che non in grado di accettare intrusi nel suo spazio, nelle sue consolidate abitudini e non in grado neanche di dialogare. Molto interessante il parallelo di storie tra i due fratelli Cosimo (Valerio Mastrandrea) ed Elia (Elio Germano), tra Fausto (Gianni Morandi) e Tina (Valeria Bruni Tedeschi) e tra i giovani ragazzi del paese. Il regista non lascia niente al caso, con l'intreccio dei personaggi riesce ad andare veramente in profondit, dando spessore alla pellicola.

Ci sentiamo di dire che questo non un paese per tutti ma tutto quello che succede pu accadere ovunque, la scelta dell'ambiente solo casuale. A differenza dell'uomo, per, la natura comunque v, le inquadrature finali ne danno testimonianza, mentre la violenza innesca quella polvere da sparo tragica che non concede tregua o perdono a chi o si sente straniero. Ad oggi una delle migliori pellicole viste nel concorso internazionale.

05/08/2012, 14:35

Luca Corbellini