FilmdiPeso - Short Film Festival

I premi della 7. Edizione del Festival
del Cinema Indipendente di Foggia


Come lOmbra di Marina Spada il film vincitore della 7. Edizione del Festival del Cinema Indipendente. Premio della Giuria Popolare e della Stampa a Il Rabdomante di Fabrizio Cattani.


I premi della 7. Edizione del Festival del Cinema Indipendente di Foggia
Anita Kravos e Micol Ancillai premiate a Foggia
Come lOmbra di Marina Spada il film vincitore della VII edizione del Festival del Cinema Indipendente, organizzato dalla Provincia di Foggia, che si concluso sabato scorso al Teatro del Fuoco con la cerimonia delle premiazioni.
Un film bello, asciutto, con un insieme di attori perfettamente in sintonia con il progetto che racconta la vita di una donna con una semplicit di linguaggio che diventa stile. questa la motivazione della giuria degli esperti, presieduta dal regista Lucio Gaudino. Doppio riconoscimento per il film della Spada: il premio per la migliore interpretazione andato infatti ad Anita Kravos, per il ruolo di Claudia, per linterpretazione diretta ed essenziale capace di esaltare la forza del quotidiano espressa dal film ha motivato la giuria.
Premio per la migliore sceneggiatura a Io, lAltro scritto e diretto da Mohsen Melliti, per loriginalit del soggetto e la capacit dimostrata nel narrare la relazione dinamica e conflittuale tra due soli personaggi. Un racconto di mare semplice e spettacolare.
Il Rabdomante di Fabrizio Cattani si aggiudicato il premio della giuria popolare e il premio della stampa. Menzione speciale della giuria degli esperti per Quijote di Mimmo Paladino.
Consegnata da Giuseppe Piccioni una targa ad Umberto Morelli, protagonista del film Liscio di Claudio Antonini, 15enne, che ha conquistato il pubblico del Festival con la sua carica di simpatia e determinazione: A Umberto Morelli, giovane interprete di un cinema indipendente e sensibile valorizzato dalla sua forza di ambizioso adolescente.
Targa anche per Tonio Di Bitonto, consegnata dal Direttore Artistico Geppe Inserra che ha ricordato lattenzione che il Festival di Foggia dedica ai temi dellesclusione, dellemarginazione e del disagio. Il riconoscimento alloperatore di riprese foggiano andato per il docu-film "Parola Chiave: Extracomunitari", straordinaria testimonianza di una realt difficile e attuale raccontata per immagini con sensibilit e professionalit.
Nel corso della serata, condotta da Mario De Vivo e dai volontari del Festival, che hanno collaborato alla realizzazione dellevento (Michele Antonetti, Samantha Berardino, Marta DAgostino, Rossella Marchese, Gabriella Monte, Sara Spinelli, Maddalena Zoppoli) sono stati assegnati i premi anche per la sezione cortometraggi. La giuria degli esperti, presieduta da Erika Manoni, ha premiato il cortometraggio Noemi di Fabio Ferro e Sydney Sibilia. Il premio della giuria popolare andato invece a Peppino di Mauro Petito.
Doppio riconoscimento anche nella categoria Corti del Territorio, riservata alle opere di autori residenti in provincia di Foggia: Lettera 22 di Rocco Triventi ha vinto il premio della giuria tecnica, presieduta da Lucio Di Gianni e il premio della giuria popolare.
Il miglior cortissimo, per i mini-film della durata massima di cinque minuti, stato vinto da Im Calabrese di Antonio Malfitano.
La serata - allietata dalle esibizioni musicali del quartetto di sassofonisti I Fiato Sprecato stata arricchita anche dalla presentazione in anteprima dei trailer del film B-Mine ("Le Sette Note del Diavolo") del regista foggiano Marco Tornese, una produzione Macromajora di Roma, e del corto di animazione La Luna nel Deserto di Cosimo Damiano Damato, realizzato in collaborazione con la Provincia di Foggia e doppiato tra gli altri da Renzo Arbore, Michele Placido, Violante Placido, Antonio Stornaiolo e il giornalista rai Attilio Romita.
Nel corso della serata sono stati proiettati anche tre videoclip con il backstage del Festival (il dietro le quinte della manifestazione che si svolta dal 16 al 24 novembre) filmati da Adriano Santoro, volontario del Festival. Tra i volontari che, nei giorni della manifestazione, hanno collaborato allorganizzazione della kermesse anche Fabio Ariostino (che ha curato la rubrica Prima Fila Diario del Festival sul sito del Festival, con resoconti giornalieri e scatti fotografici), Fabio Massimo Benvenuto (coordinatore della giuria popolare), Andrea Di Gioia (assistente di segreteria), Lucia Maramarco, Giusy Frattulino, Luigi Romano, Marianna Genovese, Giusy Pascarelli che hanno seguito le proiezioni in sala e gli eventi speciali.

Intanto, il Festival del Cinema continua fino al 7 dicembre con le proiezioni itineranti nei comuni della Provincia: domani, luned 26 novembre, alle ore 20.00 al Cinema Corso di Cerignola verr proiettato il film LOra di Punta di Vincenzo Marra. Seguir il dibattito in sala con lattore Michele Lastella, originario del centro del basso Tavoliere.

26/11/2007, 11:33