I Viaggi Di Roby
locandina di "Il Muto di Gallura"

Cast

Interpreti:
Andrea Arcangeli
Marco Bullitta
Giovanni Carroni
Syama Rayner
Stefano Mereu (Anton Stefano)

Soggetto:
Matteo Fresi
Carlo Orlando

Sceneggiatura:
Matteo Fresi
Carlo Orlando

Musiche:
Paolo Baldini

Montaggio:
Valeria Sapienza

Costumi:
Monica Simeone

Scenografia:
Alessandro Vannucci

Fotografia:
Gherardo Gossi

Suono:
Alberto Marras (Boom Operator)

Casting:
Jorgelina Depetris

Produttore:
Domenico Procacci
Laura Paolucci

Produttore Esecutivo:
Ivan Fiorini

Make-Up:
Lucia Patullo

Assistente alla Regia:
Alessandra Gori

Assistente alla Regia:
Marco Modafferi

Colorist:
Daniele Cipriani

Il Muto di Gallura


Director: Matteo Fresi
Year of production: 2021
Durata: 103'
Tipology: lungometraggio
Genres: drammatico
Country: Italia
Produzione: Fandango; in collaborazione con Rai Cinema
Distributore: Fandango Distribuzione
Data di uscita: 24/04/2022
Formato di proiezione: DCP, colore
Press office: Daniela Staffa / Fandango Press Office / Mario Locurcio / Maria Rosaria Giampaglia
Titolo originale: Il Muto di Gallura
Altri titoli: The Mute Man of Sardinia

Recensioni di :
- TORINO FILM FESTIVAL 39 - "Il Muto di Gallura"

Storyline: Quasi un western ambientato tra i monti e i boschi della Gallura, dove, tra il 1849 e il 1856 si consumò una feroce faida tra le famiglie Mamia, Pileri e Vasa che causò decine di morti. Tra gli artefici c’era Bastiano Tansu, detto il Muto, divenuto protagonista di una leggenda ancora, in parte, avvolta nel mistero.

"Il Muto di Gallura" è stato sostenuto da:
Sardegna Film Commission


Libro sul film "Il Muto di Gallura":
"Il Muto di Gallura (Racconto Storico Sardo)"
di Enrico Costa, 246 pp, Il Maestrale, collana Tascabili. Narrativa, 2019
Sapeva Enrico Costa (come un personaggio di Borges) che «la soluzione del mistero è sempre inferiore al mistero». Nell'indagare sul leggendario criminale detto «il muto di Gallura», fa sì luce sulla figura storica del bandito Sebastiano Tansu (uomo di media statura, biondo, sordomuto dalla nascita, intelligente e dalla vista acutissima) e sulla faida che verso la metà dell'Ottocento sconvolse tre famiglie del paese di Aggius, contando settanta morti ammazzati, ma in fondo s'impegna ad alimentare la leggenda-mistero. Il narratore s'insinua negli interstizi della storia e della leggenda, chiarisce fatti e psicologie, ma poi semina il dubbio, e nella instabilità dell'avventura investigativa coinvolge il lettore con un intreccio circolare da romanziere sagace. Vinta la scommessa paradossale di «far parlare un muto», resta quella landa di silenzi - e su tutti quello che avvolge la scomparsa nel nulla di Sebastiano - dove può spaziare la fantasia dell'autore, concedendo spazio a quella sacrosanta del lettore.
Prefazione di Franco Fresi.

prezzo di copertina: 10,00


Note:
Dall'omonimo romanzo di Enrico Costa.

Video


Foto