I Viaggi Di Roby

Cantacronache. 1958-1962: Politica e Protesta in Musica


Director: Michele Bentini, Sandra Cassanelli, Liviana Davý, Elisa Dondi, Rossella Fabbri, Chiara Ferrari, Sara Macori, Alice Tonini
Year of production: 2011
Durata: 50'
Tipology: documentario
Genres: musicale/storico
Country: Italia
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Titolo originale: Cantacronache. 1958-1962: Politica e Protesta in Musica

Storyline: Sono passati cinquant'anni dallo scioglimento (1962) del gruppo dei "Cantacronache", un piccolo nucleo di musicisti e intellettuali torinesi di cui Ŕ senz'altro opportuno rivisitare e rimeditare l'opera. E' vero che nella tradizione dei canti sui temi della Resistenza, del rifiuto della guerra, delle lotte dei lavoratori il ricordo del loro contributo non si Ŕ mai spento davvero. Delle loro canzoni, ancora si apprezzano e si cantano "Oltre il ponte", "Partigiani fratelli maggiori", "Dove vola l'avvoltoio?", "Per i morti di Reggio Emilia". "Il valzer della credulitÓ", per citarne solo alcune. Di molte altre si rischia per˛ di perdere ingiustamente il ricordo. Dal 1958, prendendo nettamente le distanze dalle canzonette di successo stile Festival di Sanremo, i "Cantacronache" scrivono, cantano e cercano di radicare il gusto per un altro tipo di canzoni, che affrontano i temi della quotidianitÓ e quelli sociali e politici con parole intense e poetiche, ma tutt'altro che astruse, e con melodie lineari e prive di strumentali scale retoriche, molto consone a sostenere il tono spesso narrativo dei testi e a contrappuntare pungenti denunce mai gridate. Del loro contributo alla nascita in Italia della "canzone d'autore", per quanto essa si distanzia effettivamente dai clichÚ di consumo, si Ŕ molto detto. Rimane comunque quest'esperienza che attecchisce, sia pure solo in parte e per breve tempo, nel contesto dell'Italia del 'boom' economico, con una produzione di canzoni raffinate e graffianti, liriche e ironiche al contempo. Una produzione che pu˛ rivelarsi molto utile a capire meglio i primi anni '60 (e i successivi). Tra i protagonisti dell'esperienza si possono annoverare Michele L. Straniero, Sergio Liberovici, Emilio Jona, Fausto Amodei, Margherita Galante Garrone ('Margot'), a cui si aggiungono con le loro collaborazioni scrittori e poeti come Italo Calvino, Mario Pogliotti, Franco Fortini, Umberto Eco e Gianni Rodari. L'Archivio Nazionale Cinematografico della Resistenza, con l'Istituto piemontese per la storia della resistenza e della societÓ contemporanea 'Giorgio Agosti', presenta in anteprima a Torino il documentario Cantacronache. 1958 - 1962: politica e protesta in musica, realizzato da un gruppo di giovani dell'UniversitÓ di Bologna ( Michele Bentini, Sandra Cassanelli, Liviana Davý, Elisa Dondi, Rossella Fabbri, Chiara Ferrari, Sara >Macori, Alice Tonini), nell'ambito del Master in comunicazione storica. Nel film brani di canzoni dei "Cantacronache" sono intervallati dalle parole dei protagonisti o di testimoni che li hanno conosciuti bene, attraverso le quali Ŕ possibile ricostruire le vicende del gruppo e i momenti pi¨ significativi della sua esperienza artistica e culturale. Le voci sono quelle di Emilio Jona, Fausto Amodei, Margherita Galante Garrone, ma anche quelle di Andrea Liberovici, figlio di Sergio Liberovici, e di Giovanni Straniero, nipote di Michele Straniero. Con loro, fra gli altri, Giovanna Marini, cantante e ricercatrice di musica popolare, che racconta i "Cantacronache" attraverso la sua visione esterna, da testimone. Materiali d'archivio, spezzoni di film, riprese originali completano il racconto, organizzato in capitoli tematici.

Sito Web: https://www.facebook.com/events/225872184172259/

Note:
Realizzato dagli studenti del Master in Comunicazione Storica dell'UniversitÓ di Bologna (A.A. 2009/2010).

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto