I viaggi di Roby

Zio Gianni


Regia: Daniele Grassetti, Sydney Sibilia
Anno di produzione: 2014
Durata: 9' x 27
Tipologia: film-tv
Paese: Italia
Produzione: Ascent Film, Rai Fiction
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Titolo originale: Zio Gianni

Sinossi: Paolo Calabresi è il ragioniere cinquantenne Gianni Coletti. Un uomo mite, tranquillo, senza pretese. Sposato da vent’anni, lavora come impiegato. Un giorno, come succede, viene licenziato a causa del fallimento della banca. Poco dopo anche la moglie lo lascia, perché stufa di vedere come si sia lentamente arreso alla routine quotidiana, portandosi via il figlioletto di 7 anni. Assodato che persino i genitori ottuagenari non lo vogliono con loro, da un giorno all’altro il buon Gianni è costretto a cercarsi una nuova sistemazione e un nuovo impiego. Calcoli alla mano, l’unica possibilità per le sue tasche è quella di andare a vivere con tre studenti/lavoratori/ fancazzisti poco più che ventenni. I tre scelgono di piazzare in casa un uomo che è tutto fuorché il paradigma del buon coinquilino, un po’ per il gusto dell’avventura, un po’ perché gli servono i soldi dell’affitto. Ecco quindi che Gianni, fra ritardi nei pagamenti delle bollette, turni delle pulizie e della spesa, e poi sesso, alcol, feste, continui problemi di lavoro, soldi e fiducia nel futuro, proverà a cavarsela da solo per la prima volta nella vita, nella speranza di riconquistare la moglie e di riprendersi il posto che gli spetta. Ad aiutarlo in queste ripetizioni di vita vissuta ci sono tre fra i peggiori maestri che si possano incontrare. A qualsiasi età. Si tratta di Chiara (Cristel Checca), l’unica femmina del gruppo. Ingenua e dai modi buffi, studia biologia marina ed è una strenua sostenitrice della cucina vegana. Poi c’è Fulvio (Luca Di Capua), quello che si crede creativo, iscritto al Dams perché fa colpo. Si dice fotografo, ma è più credibile come viveur e amante del “dolce far niente”. Infine Rodolfo (Francesco Russo), il cinico del gruppo, il pessimista, per giunta avaro e con la passione delle commercio online. Sullo sfondo ci sono la Roma dei nostri giorni, le problematiche legate alla crisi, il bisogno di confronto tra giovani e adulti e la necessita di capirsi al di là delle barriere generazionali. Il tutto condito da una comicità fresca e ricettiva delle novità che arrivano dal racconto del web.

Video


Foto