I viaggi di Roby
locandina di "Soldato Semplice"

Cast

Interpreti:
Paolo Cevoli (Montanari Gino (il Patacca))
Antonio Orefice (Aniello ('o Scugnizzo))
Matteo Cremon (Toni (il montanaro))
Nicola Adobati (Carminati)
Giuseppe "Beppe" Salmetti (Gervasoni)
Toomas Kaldaru (l'austriaco (il nemico))
Massimo Fanelli (Nunzio)
Luca Lionello (Serg. Mazzoleni Italo - Il cattivo)
Massimo De Lorenzo (Vadala' (il capitano inetto e incapace))
Giuseppe Spata (Bocia)
Paola Lavini (Elvira)
Silvana Bosi (mamma Gino)
Ernesto Mahieux (preside)

Soggetto:
Paolo Cevoli

Sceneggiatura:
Paolo Cevoli

Musiche:
Francesco Cerasi

Montaggio:
Simona Paggi

Costumi:
Silvia Nebiolo

Scenografia:
Leonardo Scarpa

Fotografia:
Simone Zampagni

Produttore:
Paolo Cevoli
Roberto Gemelli

Produttore esecutivo:
Irene Masiello

Collaborazione alla produzione:
Paul Zonderland

Collaborazione alla regia:
Alessio De Leonardis

Regia unità di montagna:
Marco Preti

Soldato Semplice


Regia: Paolo Cevoli
Anno di produzione: 2015
Durata: 99'
Tipologia: lungometraggio
Genere: commedia/guerra
Paese: Italia
Produzione: Diverto srl
Distributore: Koch Media
Data di uscita: 02/04/2015
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: US Ufficio Stampa
Titolo originale: Soldato Semplice

Recensioni di :
- SOLDATO SEMPLICE - Un Patacca al Fronte

Sinossi: 1917. Siamo nel pieno della Grande Guerra. Gino Montanari è un maestro elementare romagnolo, ateo, anti-interventista e donnaiolo. A causa delle sue idee e dei suoi comportamenti libertini, viene costretto dal preside ad arruolarsi volontario nonostante abbia da tempo superato l’età della leva obbligatoria. Arrivato al fronte, viene destinato ad un piccolo avamposto in Valtellina come eliografista per trasmettere segnali morse con la luce del sole. Gino non ha nessuna esperienza di montagna e di vita militare; i primi incontri con i suoi compagni e con il Tenente Mazzoleni sono all’insegna delle vessazioni e delle prese in giro. La guerra passa in secondo piano e lascia il ruolo da protagonista ad un intreccio di vite umane che mettono in scena le differenze e tipicità dell’Italia di quegli anni. Il protagonista si trova a convivere con ragazzi che provengono da tutte le parti d’Italia, tra cui Aniello Pasquale, un ragazzo del ‘99 di Capri, analfabeta, che gli farà da assistente. Aniello è un ragazzo sveglio che a Capri si industria con mille lavoretti. È aperto e curioso verso tutta la realtà; i suoi principi morali, imparati dal parroco di Capri e dalla madre molto religiosa, sono semplici: Dio, Patria e Famiglia. Aniello si lega subito a Gino anche perché come volontario lo considera un eroe. Nel loro viaggio verso la postazione di vedetta e durante gli accampamenti notturni, i due imparano a conoscersi; Gino, ateo e convinto che il matrimonio sia la tomba dell’amore, Aniello molto credente sia nei confronti della religione che dell’amore. Dall’altra parte della valle sempre lo stesso messaggio che “echeggia”, attraverso il codice morse dei segnali luminosi: “Sursum Corda!” (in alto i cuori), messaggio che segnerà i destini dei protagonisti. La guerra, la montagna, il nemico ma soprattutto l’incontro con Aniello, cambieranno la vita di Gino.

Sito Web: http://www.soldatosemplice.it

"Soldato Semplice" è stato sostenuto da:
Comunità Montana Alta Valtellina e Parco Nazionale Dello Stelvio
Unicredit
Fondazione Gruppo Credito Valtellinese
Sgr Servizi Spa
Sigma Soc. Coop
Banca Carim
Qc Terme Bagni Di Bormio


Video


Foto