I viaggi di Roby
locandina di "La Penna di Hemingway"

Cast

Interpreti:
Christiane Filangieri (Claudia)
Zeno Hrusvar (Samuel Bambino)
Sergio Rubini (Oste)
Cosimo Cinieri (Samuel)
Francesco Barilli (Ernest Hemingway)
Francesco Brisighelli (Padre di Claudia)
Tiziano Vasca (Padre di Claudia Bambino)

Soggetto:
Renzo Carbonera

Sceneggiatura:
Renzo Carbonera
Pietro Spirito

Musiche:
Adriano Del Sal
Mauro Zanatta

Montaggio:
Giulia Brazzale
Luca Immesi

Costumi:
Laura Di Marco

Scenografia:
Tiziana De Mario

Effetti:
Adriana Ferrara (Elaborazione Fotografica)

Fotografia:
Luca Coassin

Suono:
Francesco Morosini
Denis Guarente (Microfonista)

Produttore:
Chiara Valenti Omero

Segretaria di Edizione:
Alessandra Zettin

Organizzazione:
Paola Pegoraro

Operatore:
Maria De los Angeles Parrinello

Red Master:
Luca Immesi

Truccatrice:
Alessandra Santanera

Parrucchiera:
Alessandra Santanera

Coordinatrice di Produzione:
Tanja Lunardelli

Assistente di Produzione:
Andrea Badin

La Penna di Hemingway


Regia: Renzo Carbonera
Anno di produzione: 2011
Durata: 17'
Tipologia: cortometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Associazione Maremetraggio; in collaborazione con Sissy Entertainment, Esperimento Cinema
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: 35mm su pellicole Kodak
Post Produzione: A cura di Esperimentocinema srl. lLboratorio di sviluppo e stampa Square srl di Milano
Formato di proiezione: 35mm 16/9, colore
Ufficio Stampa: Giulia Basso / Simona Pedroli / Manzo Piccirillo / Maddalena Mayneri
Titolo originale: La Penna di Hemingway

Sinossi: Claudia (Christiane Filangieri), giovane e affermata concertista ritorna a Lignano per il funerale del padre, che è sempre vissuto lontano da lei, nella località turistica friulana, e con il quale ha avuto rapporti molto scostanti. Del suo passato Claudia non ha mai saputo nulla. Ma tornando nella dimora paterna di Lignano, dopo il funerale, scopre tra i ritagli del padre degli indizi che lo collegano al noto scrittore Ernest Hemingway (interpretato nel corto da Francesco Barilli), che a Lignano si fermò nel lontano 1954. Questo evento, dopo il quale il nome di Lignano sarebbe rimasto indissolubilmente legato a quello dello scrittore americano, è all’origine di una narrazione, tra verità e finzione, che si insinua sempre più tra le pieghe del passato del padre di Claudia e della città balneare friulana. Ormai preda di una curiosità insanabile Claudia si lancia in una ricerca di oggetti e persone parte di un passato misterioso, tutto da ricostruire. Nella ricerca viene aiutata da un oste (Sergio Rubini), che la mette in contatto con un vecchio e apparentemente poco raccomandabile amico del padre, Samuel (Cosimo Cinieri). E mentre il racconto si complica, assumendo tonalità noir, sullo sfondo scorre la storia di Lignano con le sue metamorfosi, dagli albori in bianco e nero degli anni ’50 alla modernità di oggi. In un crescendo di suspence e di rivelazioni si consuma il colpo di scena finale, in cui i personaggi calano la maschera, mostrandosi nella loro vera natura.

Ambientazione: Lignano Sabbiadoro (UD)

"La Penna di Hemingway" è stato sostenuto da:
Città di Lignano Sabbiadoro
Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (Fondo Audiovisivo)
Friuli Venezia Giulia Film Commission
Lignano Sabbiadoro Gestioni
Consorzio Lignano Vacanze
Fondo per l'Audivisivo del Friuli Venezia Giulia


Video


Foto