I viaggi di Roby
locandina di "Bologna 2 Agosto... i Giorni della Collera"

Cast

Interpreti:
Martina Colombari (Cinzia Cordero)
Lorenzo Flaherty (Giudice Dario Damiani)
Enrico Mutti (Paolo Corsini)
Giuseppe Maggio (Alverio Fiori)
Marika Frassino (Antonella de Campo)
Lorenzo De Angelis (Tiziano Furlani)
Roberto Calabrese (Matteo Carolli)
Tatiana Luter (Barbara)
Luca Biagini (Prof. Massimo Salera)
Antonio Serrano (Giudice Torrisi)
Marco Di Stefano (II) (Dott. Pigi)
Massimiliano Pazzaglia (Dott. Montefusco)
Paolo Romano (Colonnello Carrisi)
Fabrizio Giannini (Nino Cammaro)
Gianni Federico (Claudio)
Guglielmo Guidi (Carlo Lambrate)
Micol Azzurro (Paola Fabbri)
Lina Bernardi (Signora alla stazione)
Raffaella Illiceto (Sandra Torrisi)
Giovanni Buzzati (Colonnello Parisi)
Piero Nicosia (Massimo Maristi)

Soggetto:
Fernando Felli

Sceneggiatura:
Fernando Felli

Musiche:
Franco Eco (musica addizionale)
Giovanni Rotondo (musica originale)

Costumi:
Stefano Giovani

Scenografia:
Cinzia Lo Fazio

Fotografia:
Davide Mancori

Produttore:
Virginio Moro

Bologna 2 Agosto... i Giorni della Collera


Regia: Daniele Santamaria Maurizio, Giorgio Molteni
Anno di produzione: 2012
Durata: 98'
Tipologia: lungometraggio
Genere: drammatico
Paese: Italia
Produzione: Telecomp Planet Film Production
Distributore: Telecomp Planet Film Production
Data di uscita: 29/05/2014
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Ornato Comunicazione
Titolo originale: Bologna 2 Agosto... i Giorni della Collera
Altri titoli: L'Amore al Tempo della Collera

Recensioni di :
- BOLOGNA 2 AGOSTO... I GIORNI DELLA COLLERA

Sinossi: Proprio a ridosso dell’abolizione del segreto di stato sugli atti relativi alle inchieste sulle stragi degli anni di piombo, arriva nelle sale italiane “Bologna 2 agosto …i giorni della collera” la prima ricostruzione cinematografica delle terribili vicende che sconvolsero l’Italia negli anni ’70. Il film, diretto da Giorgio Molteni, già autore di diversi lungometraggi e serie televisive, ripercorre la storia di un gruppo di ragazzi di destra che deciderà di uscire dall’MSI e fondare il gruppo armato N.A.R. (Nuclei Armati Rivoluzionari). Attraverso la messa in scena di uccisioni, rapine, pestaggi e crimini di estrema atrocità, il film ricostruisce l'atmosfera di terrore e di follia degli anni di piombo, fino ad arrivare a narrare la strage più efferata dal dopoguerra, quella della Stazione di Bologna del 2 agosto 1980 che causò la morte di 85 vittime innocenti e 200 feriti.
La pellicola di Molteni, prodotta e distribuita da Virginio Moro per la Telecomp Planet Film Production, giunge a colmare un vuoto e un silenzio che una società civile fondata su principi democratici non può permettersi di avere. Il suo scopo non è quello di dire ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, l’intento degli autori è quello di narrare alcune vicende, ricostruire il clima di terrore di quegli anni, affinché quei feroci avvenimenti non vengano dimenticati.

Ambientazione: Latina / Bologna / Roma

Video


Foto