Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby
locandina di ""

Cast

Perchè la Gente Compra Acqua Imbottigliata?


Regia: Floriana Chailly
Anno di produzione: 2008
Durata: 11'
Tipologia: documentario
Genere: ambiente/sociale
Paese: Italia
Produzione: Il Fischio; in collaborazione con SIE-ISW-SIA, RIEC-IWFE
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Mini DV
Formato di proiezione: Mini DV, colore
Titolo originale: Perchè la Gente Compra Acqua Imbottigliata?

Sinossi: In Italia l'87% della popolazione utilizza acqua minerale, il che fa degli italiani i maggior consumatori di acqua in bottiglia del mondo, con 194 litri (più di mezzo litro a testa al giorno) pro capite solo nel 2006. Un dato in crescita. E il mercato risponde: sono 304 le marche di acqua minerale imbottigliata per un giro d'affari di 2,2 miliardi di euro, ovvero 6 miliardi di bottiglie di plastica da cui gli italiani hanno bevuto. Numeri enormi, quanto le conseguenze che la filiera delle acque minerali ha sull'ambiente. Basti considerare il numero di bottiglie di plastica monouso e quello che ci sta dietro: il consumo di petrolio per fabbricarle, i camion per trasportarle con le relative emissioni atmosferiche e gli imballaggi plastici destinati alle discariche, come sottolinea il rapporto Un paese in bottiglia di Legambiente. Ma perché gli italiani comprano acqua imbottigliata? Questo documentario si presenta come un breve compendio delle ragioni più o meno motivate che spingono le persone a pagare per un bene che hanno a disposizione gratuitamente nelle loro case. Dalla scarsa appetibilità dell'acqua del rubinetto, alla sua pesantezza calcarea, focalizzandosi principalmente sull'elemento sicurezza, in molti hanno dubbi sui requisiti e la qualità dei controlli sull'acqua che esce dal rubinetto di casa. Questi dubbi sono così forti da spingere milioni di persone ogni anno ad accollarsi il peso, fisico ed economico, derivante dall'acquisto di acqua minerale in bottiglia. Fra le soluzioni con le quali i comuni tentano di convincere i loro abitanti a sospendere il consumo di acqua a pagamento, ci sono le Case dell'acqua, strutture appositamente pensate per garantire la distribuzione a costo zero di acqua naturale e anche gassata. L'obiettivo è persuadere i cittadini che l'acqua del rubinetto è buona, controllata e dunque sicura. Visitando una di queste case, abbiamo scoperto che l'idea piace molto e risponde all'esigenza di un pubblico abituato al consumo di acqua cosiddetta frizzante, a cui era precluso il consumo dell'acqua "comunale". Le soluzioni per diminuire il consumo di acqua in bottiglia ci sono, ora si tratta di convincere gli italiani che non c'è niente di più facile che bere un bicchiere d'acqua (del rubinetto).

"" è stato sostenuto da:
Comune di Milano


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie