banner430X45

RAI - Una programmazione di film e documentari per
la Giornata in ricordo delle Vittime delle Mafie


RAI - Una programmazione di film e documentari per la Giornata in ricordo delle Vittime delle Mafie
È “Roma città libera” lo slogan della manifestazione promossa da “Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”, che si terrà giovedì 21 marzo 2024 a Roma, in occasione della XXIX Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie. La ricorrenza, che quest’anno si ispira al capolavoro del neorealismo “Roma città aperta”, l’opera di Roberto Rossellini che parla di resistenza e della lotta per la libertà, sarà celebrata con un corteo da piazzale Esquilino al Circo Massimo dove verranno letti i nomi delle oltre 1.000 vittime innocenti delle mafie.

La Rai, nell’ambito della campagna di sensibilizzazione promossa da “Libera”, a cura di Rai per la Sostenibilità - ESG, oltre allo spot già in onda dal 18 marzo, proporrà per il giorno della ricorrenza un palinsesto con programmi, interviste, testimonianze, film e fiction.

Su Rai 2 alle 21.20 sarà proposto il film di Pif “La mafia uccide solo d’estate” con Claudio Gioè e Cristiana Capotondi, mentre su Rai 3 all’1.05 andrà in onda il film di Claudio Bonivento “"A mano disarmata"” con Claudia Gerini.

Rai Storia ricorderà la Giornata in “Il giorno e la Storia”, in onda a mezzanotte e cinque, e in replica alle 08.30, 11.30, 14.00 e 20.00, mentre alle 17.45 proporrà “L’abbraccio”, la storia del giudice Antonino Saetta, presidente della prima sezione della Corte d’Assise d’Appello di Palermo e del figlio Stefano, uccisi dalla mafia il 25 settembre 1988.

Spazio alla Giornata anche sul portale di Rai Scuola con uno Speciale che, con una serie di documenti filmati, ripercorre il lungo e doloroso elenco delle morti per mafia nel nostro Paese, dagli anni Sessanta alla stagione delle stragi.

Su Rai Movie dalle 14.05 sarà proposta una maratona cinematografica che comincerà con la versione restaurata del film di Marco Tullio Giordana “I cento passi”, la storia di Peppino Impastato interpretato da Luigi Lo Cascio. Alle 16 sarà la volta di “Il Giudice Ragazzino”, di Alessandro di Robilant, sul dramma del giudice Rosario Livatino. Alle 17.40 “Cento giorni a Palermo”, di Giuseppe Ferrara con Lino Ventura e Giuliana De Sio, che racconta gli ultimi tre mesi di vita del generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, e chiusura alle 19.30 con “Nato a Casal di Principe” di Bruno Oliviero con Massimiliano Gallo e Donatella Finocchiaro.

Sulla piattaforma RaiPlay saranno disponibili molti contributi, come i film “Era d’estate” di Fiorella Infascelli; “Lo scambio” di Salvo Cuccia; “U muschittieri” di Vito Palumbo; “Veleno” di Diego Olivares. Non mancheranno le fiction come “Il nostro generale” con Sergio Castellitto; “Prima che la notte” di Daniele Vicari; “Rocco Chinnici - È così lieve il tuo bacio sulla fronte” di Michele Soavi; “Il giudice meschino” di Carlo Carlei; “Maltese” di Gianluca Maria Tavarelli; “Boris Giuliano - Un poliziotto a Palermo” di Ricky Tognazzi; “I ragazzi di Pippo Fava” di Franza Di Rosa; “Felicia Impastato” di Gianfranco Albano; “Lea” di Marco Tullio Giordana.

E ancora, i documentari come “Ora tocca a noi - Storia di Pio La Torre” di Walter Veltroni; “L'Abbraccio. Storia di Antonino e Stefano Saetta” di Davide Lorenzano; “Le ultime parole del boss - L'omicidio di Giuseppe Salvia” di Raffaele Brunetti; “Chiedi chi era Giovanni Falcone” di Gino Clemente; “Piersanti Mattarella, 6 gennaio 1980” di Agostino Pozzi.

Tra le antologie proposte dalle Teche, in evidenza “Ndrangheta S.p.A." - con le principali inchieste televisive sulla criminalità organizzata calabrese a partire dagli anni '70, con la firma di giornalisti del calibro di Joe Marrazzo, Luigi Necco ed Enzo Biagi; e “Camorra - ritratto storico e socio-antropologico di Napoli e della criminalità organizzata che la affligge”, realizzata a partire da filmati d'epoca provenienti dagli archivi di Rai Teche.

20/03/2024, 12:00