!Xš‚‰

Note di regia di "Sei Donne - Il Mistero di Leila"


Note di regia di
Quando mi proposero di dirigere l’intera serie Sei donne – Il mistero di Leila come prima reazione rimasi sorpreso, erano tante le sfide da affrontare: oltre al formato seriale che fino a quel momento non avevo mai trattato, per la prima volta avrei dovuto dirigere una storia non scritta da me e confrontarmi con degli interlocutori nuovi.

L’entusiasmo e la spinta dei produttori nel volermi sono stati determinanti, mi fu chiesto un tocco autoriale a servizio di una storia popolare. Con il passare dei giorni la voglia di affrontare la sfida si fece più insistente dentro di me e decisi di accettare.

Ho approcciato questa materia con grande serietà, ho creato un’empatia con le protagoniste della storia, tutte donne sofferenti e con grosse ferite alle spalle, cercando di valorizzarne il lato umano più profondo, per poter restituire allo spettatore dei profili umani e popolari con cui potersi immedesimare.

Ho proposto e ottenuto di ambientare la storia in un caldo luogo di mare. Dalla prima lettura dei copioni, anche se non era prevista, ho sentito dentro di me che la presenza del mare, avrebbe offerto moltissimo all’anima del progetto.

Grazie alla bravura e generosità dell’intero cast tecnico ed artistico, che mi ha seguito durante la lunga e faticosa lavorazione, ho potuto realizzare questa storia come se fosse “un lungo film”, sono molto contento del risultato finale e spero che il pubblico potrà rimanere conquistato da questa storia.

Vincenzo Marra