I Viaggi Di Roby

TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL 7 - La giuria


Federico Micali presidente di giuria, affiancato da Laura Cini e Nello Ferrara.


TOSCANA FILMMAKERS FESTIVAL 7 - La giuria
Federico Micali sarà il Presidente di Giuria della settima edizione del Toscana Filmmakers Festival, affiancato da Laura Cini e Nello Ferrara, che giudicheranno i cortometraggi del concorso CortoToscana.

Federico Micali, regista e sceneggiatore fiorentino classe 1971, è autore di numerosi i film che spaziano tra la finzione e il documentario cinematografico.
Tra i più conosciuti "L’Universale", interpretato da Francesco Turbanti, Matilda Lutz, Claudio Bigagli, Paolo Hendel, racconta la storia e la crescita di tre amici a cavallo degli anni 70, in un contesto del tutto particolare come quello del Cinema Universale di Firenze. Il film è uscito in sala ad aprile 2016 ottenendo un ottimo riscontro di e critica e pubblico (secondo in media/copia box office Italia nella settimana di uscita ad aprile 2016) e vincendo il premio come miglior film al Festival Nice Moscow 2017.
Nel corso del 2021 è uscito al cinema “Looking for Negroni” docufilm prodotto da Rai Cinema con Art Film Kairos, che racconta la particolare storia di un barman (Luca Picchi) e delle sue ricerche sulla storia del cocktail Negroni e del suo eccentrico creatore, il Conte Camillo Negroni. Il film, girato tra l’Italia, gli Stati Uniti e Cuba è interpretato tra gli altri da Claudio Bigagli.
Dello stesso anno anche "Firenze Sotto Vetro", un social film diretto insieme a Pablo Benedetti e prodotto da Malandrino Film che racconta il 2020 attraverso i contribuiti video realizzati e inviati da migliaia di persone e attualmente in distribuzione con Amazon Prime Video in oltre 60 paesi.
La dimensione cinematografica ha caratterizzato anche il primo film documentario del 2011, "Genova Senza Risposte", girato insieme a Teresa Paoli e Stefano Lorenzi durante il G8 di Genova del 2001 e, dopo una presentazione al Festival di Venezia, stato distribuito nei cinema da Gianluca Arcopinto come uno dei primissimi casi di documentario girato con tecnologia digitale leggera e trasferito in pellicola 35 mm. Il film su Genova ha inaugurato una serie di lavori strettamente connessi con tematiche legate alla globalizzazione, ai suoi effetti e ai movimenti di contrasto: tra questi "Firenze Città Aperta", girato insieme a Note dal Basso al Social Forum Europeo del 2002 e distribuito in allegato editoriale, "Nunca Màis", il film sul disastro ecologico della petroliera Prestigie in Galizia e i cortometraggi "Saharawi, La Nostra Terra" e "Lungarno".
Nel 2007 ha scritto e diretto "99 Amaranto", film documentario sul calcio fuori dagli schemi di Cristiano Lucarelli ed i suoi effetti su una città passionale e ribelle come Livorno, e due anni dopo "Cinema Universale d’Essai", sulla storica e anarchica sala cinematografica fiorentina, presentato in anteprima al Festival dei Popoli del 2009.
"L’Ultima Zingarata" è invece allo stesso tempo un cortometraggio presentato a Festival di Venezia nel 2010, e un documentario che ne racconta la surreale messa in scena e che vanta la partecipazione di Mario Monicelli e Gastone Moschin.
"Mi piace Spiderman… a allora?" è invece un corto sugli stereotipi di genere, prodotto da DNART nel 2021 con il supporto del MIbact e di ACF Fiorentina, vincitore di i numerosi premi internazionali tra cui il Toscana Filmmakers Festival, il Giffoni Macedonia, e il Tokio Kineko International Film Festival. Sempre con DNArt è in fase di scrittura sviluppo la serie "La Banda delle Ragazzine", tratta dai libri del premio strega ragazzi Paola Zannover, e vincitrice dei contributi selettivi del MIBACT 2020.
In generale, ha sperimentato negli anni varie forme di espressione video a partire dal mediattivismo dei primi anni 2000, per realizzare videoclip, spot, spettacoli teatrali, web series, (Lettere Italiene e ComDominuim) e cortometraggi di taglio documentaristico/giornalistico per testate web (corriere.it - repubblica.it). Nel corso del 2018 si è confrontato anche con il mondo dell’advertising (con DNArt e Napier) curando la regia per gli spot di marchi rilevanti tra cui Lego, Sesame Street e Molang. E’ stato socio fondatore della casa di produzione L’Occhio e La Luna ed è socio dello Studio Legale Associato Media con specializzazione in diritto dello spettacolo e d'autore. Tiene da molti anni corsi di cinema e di cinema documentario, attualmente presso l’Accademia di Cinema Toscana.

Laura Cini è un’autrice e regista documentarista. Laureata in regia cinematografica in Inghilterra e successivamente in Italia in geografia umana, negli ultimi anni si è dedicata completamente al cinema del reale. Il suo primo lungometraggio documentario “L’ombelico magico” (2015) è stato presentato in concorso al Festival dei Popoli e ha vinto la menzione speciale al Bellaria Film Festival. Nel 2017, il secondo documentario “Punishment Island”, girato in Uganda, è stato proiettato in festival di tutto il mondo e ha vinto il premio come miglior documentario a Visioni dal Mondo, Wales African Film Festival, Etnofilm Festival, Toscana Filmmakers, il premio della stampa a Sguardi Altrove, la nomination al Luxor African Film Festival e la menzione special al Peloponnese International Documentary Film Festival. Nel 2019 “Medium” prodotto da Zenit Arti Audiovisive con Rai Cinema, viene presentato in concorso al Festival dei Popoli e vince il premio come miglior documentario al Glocal Film Festival, al First Hermetic International Film Festival e la menzione speciale al Life Beyond Life Film Festival. Nel 2021 è nella giuria del Peloponnese International Documentary Film Festival. Nel 2022 è giurata al Life Beyond Life Film Festival e ha curato, insieme alla ONG Edirisa UK, la distribuzione di “Punishment Island” presso le remote comunità rurali della regione in Uganda teatro della vicenda. Attualmente sta co-scrivendo un film di genere.

Nello Ferrara nasce a Firenze il 16 Marzo del 1972, il giorno dopo dell’anteprima mondiale, a New York, de “Il Padrino” di Francis Ford Coppola. Se gli si chiede quale sia il suo lavoro, Nello Ferrara risponde: “Autore per l’intrattenimento”.
Infatti, si scopre FilmMaker già dall’adolescenza quando, grazie ad alcuni amici e vicini di casa più facoltosi, ha la possibilità di avvicinarsi al mondo delle riprese video e del montaggio analogico. Sono anni di curiosità, di esperimenti e di tentativi. Nonché di errori, di materiale improponibile e di VHS lasciate sugli scaffali a prendere polvere. Ma si scopre Autore ancora prima, dalla creazione di fumetti. Di giochi da tavolo. E di videogiochi. E qui, in un modo o nell’altro, ci finisce di nuovo, oggi. Spesso. E volentieri: per chiudere il cerchio; perché Cinema e mondo Videoludico si incrociano sempre più; perché nei pixel e nei balloon può raccontare senza limiti di credibilità; perché la fuga dall’ordinario è la migliore conquista per un narratore.
Studia Regia a Bologna e in Workshop privati un po’ in tutta Italia, per poi approdare, finalmente, al mondo professionale, dove inizia ad instaurare collaborazioni, in qualità di Cameraman, con numerose Televisioni (TVR, Toscana TV, Gruppo Poli, RTV38, TVPrato) e Studi di produzione video in Toscana.
A 29 anni scrive e dirige il suo primo Film Lungometraggio: “PROBABILMENTE”, che arriva alla distribuzione nazionale, prima in DVD con CG, poi su piattaforma con Amazon Prime.
PROBABILMENTE, nonostante sia un film girato in SD e in modo indipendente, gli vale come discreto biglietto da visita per l’ingresso nel mondo del Cinema. Inizia come Assistente alla Regia in film per il Cinema (Tutti all’attacco, Gli abiti nuovi del Granduca), poi come Secondo Aiuto Regia (Cenci in Cina, Workers, Milionari, Black Star) e, infine, come Primo Aiuto Regia (Ferro Umano, Il cadavero di Vetro, Chiaro!).
All’occupazione nel reparto Regia, da sempre, poi, affianca il lavoro di Sceneggiatore per Cinema, Serie Cartoon e TV (Il pianto della Maschera, Nonno Sonno, Ghianda & Foglia, Gardenia Place, Il Cacio con le Pere, Incantesimo RAI). Di recente, alla passione per la Formazione e la Direzione di Scuole, di cui si occupa da oltre un decennio (Dynamo Camp, Gruppo Toscana Oggi, Acli Firenze, Accademia NEMO, DIAFRAMMA Film Academy), ha aggiunto ruoli di Produzione (Gabriel’s Rapture, Pablito, Badiani).

Il Toscana Filmmakers Festival è in programma al Castello dell'Imperatore a Prato dal 15 al 17 giugno 2022 (tutte le sere dalle ore 21:30) ed è organizzato da cinemaitaliano.info in collaborazione con l'Assessorato alla Cultura del Comune di Prato.

03/06/2022, 11:48

La Redazione