TersiteFilm
!X

BERLINALE 72 - "Una Femmina" nella sezione Panorama


Il film di Francesco Costabile, tratto dal libro di Lirio Abbate, racconta la storia di Rosa, ragazza di 'ndrangheta che trova la forza per ribellarsi, scardinando da dentro un meccanismo altrimenti impenetrabile. Un cast di grande livello con Lina Siciliano protagonista al debutto capace di trasmettere disagio e sofferenza che la portano a dire basta. Al cinema con Medusa dal 17 febbraio


BERLINALE 72 -
Lina Siciliano Rosa in "Una Femmina"
Un racconto di ndrangheta, una tragedia ma anche un racconto di speranza. La storia di Rosa, di sua madre, donna ribelle suicidata con lacido dai familiari, e di sua nonna, attaccata alle tradizioni e a quel codice donore che mette anche i familiari al secondo posto.

Il film di Francesco Costabile fa una panoramica cruda e spietata della malavita calabrese e delle radici, inconcepibili per qualsiasi essere civile, che stringono a terra ogni individuo che ne faccia parte. Prime fra tutte, le donne incatenate a dei valori che le costringono a subire ogni tipo di sopruso, elementi importanti per la gestione della casa e complici obbligate, silenziose e vittime della violenta macchina messa in piedi per fare soldi e gestire il potere.

"Una Femmina" la storia di Rosa una ragazza che prende coscienza della sua insostenibile situazione e si ribella per evitare di continuare a sostenerla. Ma la strada tutta in salita e non bastano i gesti spontanei; Rosa costretta a mettere in piedi una strategia complicata e dolorosa, tra azione e memoria, illuminata dalla luce blu delle auto della polizia.

Lina Siciliano uninterprete eccellente, debuttante, calabrese lei stessa, in grado si trasmettere il disagio, senza mai andare sopra le righe, ma anche la voglia di riscatto e di giustizia, nel tentativo di riportare i propri sentimenti davanti agli interessi.
Francesco Costabile, anche lui calabrese, riesce a capire e ad entrare nei meccanismi di un sistema sociale e malavitoso incomprensibile ai nostri occhi, girando in modo asciutto, senza indugiare su estetismi che mancano evidentemente proprio agli ambienti e ai personaggi del film.

13/02/2022, 22:31

Stefano Amadio