I Viaggi Di Roby

ZERO - Il supereroe della periferia milanese


Dal 21 aprile su Netflix la nuova serie teen originale italiana in 8 puntate ideata da Antonio Dikele Distefano con Giuseppe Dave Seke e Beatrice Grannò. La regia degli episodi è di Paola Randi, Ivan Silvestrini, Margherita Ferri e Mohamed Hossameldin. Nel cast anche Haroun Fall, Richard Dylan Magon, Daniela Scattolin, Madior Fall, Virgina Diop e Roberta Mattei. Una produzione Fabula Pictures con Red Joint Film.


ZERO - Il supereroe della periferia milanese
Il cast di "Zero" su Netflix
Omar è un timido ragazzo senegalese nato e cresciuto in Italia, vive al Barrio, quartiere della periferia milanese, e per aiutare economicamente la propria famiglia consegna le pizze. Omar ha però un sogno: lasciare Milano e trasferirsi a Bruxelles per diventare un fumettista professionista. I fumetti, infatti, son la sua passione e in quell’universo non si sente uno zero come viene spesso definito, invisibile agli occhi di tutti. Presto, però, invisibile lo diventerà davvero, tramutandosi in una sorta di supereroe come quelli dei fumetti che ama tanto. Omar, aiutato dai suoi amici Sharif, Inno, Momo e Sara, utilizzerà i suoi poteri per salvare il suo quartiere e aiutare i tanti emarginati come lui, scoprendo anche l’amore grazie ad Anna, una ragazza lontana anni luce dal suo mondo.

Liberamente ispirato al romanzo "Non ho mai avuto la mia età" scritto dallo stesso ideatore Antonio Dikele Distefano, "Zero" non è la solita teen serie perché racconta gli adolescenti di seconda generazione in Italia, spesso relegati in film e serie tv a ruoli di poco conto, qui protagonisti assoluti. Una serie fresca e divertente che utilizza l’espediente del superpotere che si ritrova Omar come metafora della condizione di tanti stranieri e dei loro figli effettivamente italiani che continuano, però, a essere lasciati ai margini della società, giudicati ancora per il colore della loro pelle, vittime di violenza e di offensivi stereotipi: “Lo spacciatore, il “vucumprà”, il ladro, quello che ti serve i drink, cos’è meglio? Essere scambiato per quello che non sei o non essere visto affatto?” si chiede Omar quando si ritrova a casa di Anna, nella parte ricca e luccicante di Milano, lontano dal Barrio, dalle faide tra bande, dalla povertà, dai potenti che utilizzano ogni mezzo per costringerli ad andare via.

Sono tante le riflessioni alle quali ci sottopone il protagonista, interpretato dalla bella sorpresa Giuseppe Dave Seke, anche narratore della serie, che non è il classico supereroe con il mantello, impavido e forte ma è imbranato, si muove in bici e ha come costume una maglia da basket con il numero zero.

Già un’altra serie di intrattenimento come “Skam Italia” un anno fa nella quarta stagione ha avuto il merito di raccontare senza stereotipi le problematiche dei ragazzi di seconda generazione in Italia attraverso il personaggio di Sana, una ragazza italiana musulmana praticante, e "Zero" allo stesso modo ci introduce in una realtà ormai parte integrante della nostra società che ancora molti fanno fatica ad accettare, sperando che diventi una costante nei nostri film e serie tv.

La colonna sonora contiene molti successi rap italiani e l’inedito di Marracash “64 barre di paura”.

19/04/2021, 13:35

Caterina Sabato