Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

I LUOGHI DELL'ANIMA 1 - Presentato il programma


I LUOGHI DELL'ANIMA 1 - Presentato il programma
Presentata oggi nel giorno del compleanno di Tonino Guerra, la prima edizione di I Luoghi dell’Anima - Italian Film Festival, una manifestazione ideata e presieduta da Andrea Guerra, con la direzione artistica di Steve Della Casa e Paola Poli, nata nel centenario della nascita di Tonino Guerra.

"Tonino è stato sceneggiatore, poeta, artista, pittore tutto..." - così lo ricorda il figlio Andrea Guerra - "Ma non si era mai dedicato alla musica. E io mi ci sono tuffato in questo unico spazio libero in cui lui non si era cimentato. Tonino Guerra aveva questa mentalità di attivista Zen. Pennabilli rappresentava una ‘metropoli del verde’, un luogo per trovare nuova ispirazione. Un luogo dove Guerra voleva riportare tutta la bellezza che aveva visto nel mondo”. Così nasce l’Associazione Culturale Tonino Guerra e il Festival I LUOGHI DELL’ANIMA con cui Andrea Guerra raccoglie l’eredità spirituale, culturale, sociale di Tonino Guerra, dove al centro ci sono la memoria, le tradizioni e il rispetto della natura, della bellezza e delle risorse non infinite: "Carlo Petrini che è grande amico dell'associazione, condivide con noi i valori di armonia, dialogo tra i popoli, delle tradizioni contro l'imbarbarimento. Con la nostra associazione parliamo di una sorta di ecologia dell'anima per creare un Museo diffuso che si muova verso il pubblico, una piattaforma per le persone. Il festival di cinema “I luoghi dell’anima” vuole diventare occasione di condivisione di questi valori e di riunione di quei registi cronisti di territori e umanità varie che rinunciano all'intrattenimento puro. E che hanno una missione verso un creato pacifico e sostenibile".

Promosso dall’Associazione Tonino Guerra, il festival è dedicato a opere cinematografiche e televisive in cui l'ambientazione è protagonista, nell’osmosi tra territorio, memoria, immaginazione e racconto. I Luoghi dell’Anima - Italian Film Festival propone in concorso film e documentari che sperimentano nuovi linguaggi per narrare al grande pubblico le memorie e le vicende di luoghi e persone

Il tema della prima edizione è “Il cinema e la televisione illuminano i territori”. Il concorso vuole premiare le opere audiovisive particolarmente ispirate all’anima di un paesaggio: tradizioni locali; memorie e storia di luoghi e persone; tutela dell'ambiente e sostenibilità, secondo i principi del “vivere lento”; resilienza ambientale e umana; valorizzazione delle peculiarità di un contesto locale attraverso un linguaggio innovativo. La manifestazione vuole contribuire alla riflessione in ambito sociale e antropologico, culturale ed artistico, in una sorta di scoperta ed “illuminazione” di aspetti poco noti al grande pubblico.

I temi che interpretano lo spirito del festival, individuati per le due sezioni di Concorso - Concorso Lungometraggi | Concorso Documentari sono:

UTOPIA Oltre la realtà, sognando un nuovo immaginario
con "Notturno" di Gianfranco Rosi (Concorso doc); "L’incredibile storia dell’isola delle rose" di Sidney Sibilla; "Guida romantica a posti perduti" di Giorgia Farina ( Concorso Lungometraggi)

MADRE TERRA La natura, l’essere umano e la spiritualità nei cicli dell’esistenza
con "Antropocene" di Jennifer Baichwal, Nicholas de Pencier, Edward Burtynsky; "Molecole" di Andrea Segre (Concorso Doc); "Semina il vento" di Danilo Caputo (Concorso Lungometraggi)

MEMORIA Nel richiamo delle radici il valore della nostra identità con "The Rossellini’"s di Alessandro Rossellini, 2"Due scatole dimenticate- Un viaggio in Vietnam" di Paolo Pisanelli e Cecilia Mangini, "Il suono della voce" di Emanuela Giordano (Concorso Doc), "Tornare" di Cristina Comencini e "Assandira" di Salvatore Mereu (Concorso lungometraggi).

Si potranno rivedere nella retrospettiva IL CINEMA LUMINOSO-OMAGGIO A TONINO GUERRA: "Matrimonio all’italian"a di Vittorio De Sica; "La sorgente del fiume" di Theodoros Angelopoulos; T"re fratelli" di Francesco Rosi , "Tempo di Viaggio" di Tarkovskij e Tonino Guerra.

Negli eventi speciali: "Torino 20venti - Storie da un altro mondo" di Alessandro Bignami.

Il concorso prevede i seguenti premi:

Per la categoria lungometraggi:
Miglior Film
Migliore fotografia
Miglior sceneggiatura (premio Tonino Guerra)
Miglior interprete
Miglior colonna sonora (ACMF)
Miglior scenografia

Per la categoria documentari:
Miglior documentario
Premio per il centenario Tonino Guerra

Per la categoria lungometraggi la Giuria presieduta da Ferzan Ozpetek sarà composta da Laura Delli Colli e Massimo Pulini. Per la categoria documentari, la Giuria presieduta da Terry George, sarà composta da Luca Cesari e Raffaele Milani.

Presidente di I Luoghi dell’Anima - Italian Film Festival è Andrea Guerra, in qualità di presidente dell’Associazione culturale Tonino Guerra.

16/03/2021, 13:51