Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

GLOCAL FILM FESTIVAL 20 - Il programma di giovedì 11


GLOCAL FILM FESTIVAL 20 - Il programma di giovedì 11
Giovedì 11 marzo l’apertura del 20° Glocal Film Festival è un inno alle sale cinematografiche con il documentario Manuale di storie dei cinema di Stefano D’Antuono e Bruno Ugioli, che racconta la storia del cinema sotto la Mole e getta lo sguardo al presente dell’intero settore riflettendo sul significato della sala cinematografica e sulle prospettive della fruizione anche in relazione ai cambiamenti imposti dall’emergenza covid.

Un contesto che chiede anche al Glocal di rimettersi in gioco: offline o online, l’obiettivo è essere in ogni modo un festival LIVE! Per questo dall’11 al 15 marzo i 33 film del 20° Glocal Film Festival saranno visibili in streaming su streeen.org – con il meglio della produzione cinematografica della vivace scena regionale – e ognuno verrà presentato sulla pagina FB @PiemonteMovieGlocalNetwork da autori e curatori del festival.

Giovedì 11 alle 20.30 dal Cinema Massimo di Torino il direttore del Glocal Gabriele Diverio insieme ai registi Stefano D’Antuono e Bruno Ugioli daranno il via al festival e al film sulla pagina Facebook @PiemonteMovieGlocalNetwork. A seguire, Manuale di storie dei cinema sarà visibile in ANTEPRIMA ASSOLUTA su streeen.org dalle 21.00 dell’11 e per le 48 ore successive (ticket 3,50 €).

Manuale di storie dei cinema (ITA, 2020, 96’) - prodotto dalla Rossofuoco di Davide Ferrario - nasce nel 2019 come cortometraggio, in seno al progetto Torino Factory, promosso dall’Associazione Piemonte Movie organizzatrice del Glocal Film Festival, e ottiene in ottobre il Premio per il Miglior Corto al 37° Torino Film Festival nella categoria dedicata al contest. Partita poco dopo, la lavorazione del documentario incontra sulla propria strada l’emergenza sanitaria e il lockdown, che trovano spazio nella narrazione come causa del processo di resistenza e ricerca di una nuova rinascita delle sale cinematografiche e di tutta la “macchina cinema”.

Ibridando il genere documentario con la commedia e arricchendo la narrazione con diverse scene di fiction e interviste ad alcune delle voci più autorevoli del cinema e della cultura torinese, il film percorre l’evoluzione delle sale cittadine: dalle esperienze di pre-cinema di fine ‘800 alle eccellenze del ‘900 come le produzioni del muto, i cinema di lusso e sale d’essai, la nascita del Museo del Cinema e dei festival, fino all’attualità e le possibilità future.

Per la realizzazione i registi D’Antuono e Ugioli hanno coinvolto i maggiori attori del sistema sistema cinema cittadino e non solo (Steve Della Casa, tra i fondatori del Torino Film Festival; Sergio Toffetti, allora Presidente del Museo Nazionale del Cinema; il critico Paolo Mereghetti; lo storico del cinema David Bordwell; Valerio Carocci, fondatore dell’Associazione Piccolo America; il critico teatrale Sergio Ariotti; i registi Davide Ferrario ed Enrico Verra; il professor Giaime Alonge e il regista Gabriele Bocchio recitano nelle numerose parti di fiction che arricchiscono il documentario) e molti esercenti che hanno aperto le porte dei loro cinema e ne hanno raccontato la storia con passione.

La realizzazione della sigla del film è stata affidata all’animatore Donato Sansone e la musica a Stefano Danusso (Cletus) e Cristiano Lo Mele (Perturbazione); Martina Donà e Carlo Valli (voce italiana di Robin Williams) fanno da narratori di questa avventura lunga più di un secolo.

Il film è co-prodotto dalla Fuoricampo Film, realtà che nasce nel 2012 dall’incontro tra i filmmaker Bruno Ugioli e Riccardo Menicatti. Nel 2015 si unisce Stefano D’Antuono e insieme si occupano di ideazione, produzione e realizzazione di cortometraggi, documentari e videoclip.

I film del 20° Glocal Film Festival sono disponibili dalla data di messa online e per le 48 ore successive (biglietto singolo 3,50 €, abbonamento festival 12 €) sulla piattaforma streaming dedicata al cinema indipendente e d’autore streeen.org.

10/03/2021, 17:45