Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

LA CONCHIGLIA AWARDS 2019 - Tutti i premisti


LA CONCHIGLIA AWARDS 2019 - Tutti i premisti
Dopo averci provato lo scorso anno con Il sacrificio del cervo sacro, questanno proprioYorgos Lanthimosa vincere il premio come miglior film dellanno con La favorita, che mette in scena da un lato la debolezza della regina Anna (Olivia Colman, migliore attrice) e dallaltro la spietatezza di Emma Stone e Rachel Weisz (entrambe candidate al premio, in un inedito trio), nel cercare di acquistare i favori dellinstabile sovrana.

Il film del regista greco di The Lobster convince appieno ma non raggiunge larga parte del pubblico. Tutti gli altri candidati al premio principale hanno avuto, infatti, maggior successo in termini di menzioni. Tra questi, non sorprende che il gran premio del pubblico vada al Joker diTodd Phillips, che con ben91preferenze di pubblico stacca di 29 il secondo, Green Book. Anche per Phillips si tratta della seconda candidatura, dopo quella del 2013 per un film di tuttaltro genere, Una notte da leoni 3 (che fu allora candidato in una categoria riservata alle sole commedie).

Tra i film di animazione a spuntarla, un po a sorpresa, La famiglia Addams. Prima candidatura e prima vittoria per i due registiGreg Tiernan, irlandese, eConrad Vernon, dagli USA.

The Favourite (La Favorita) 27 menzioni;media 9:miglior film.
Il primo re (The First King: Birth of an Empire) 52 menzioni; media 8,87.
Joker91 menzioni; media 8,27:gran premio del pubblico.
JAccuse (Lufficiale e la spia) 54 menzioni; media 8.
Knives Out (Cena con delitto) 38 menzioni; media 7,8.
Green Book 62 menzioni; media 7,75.
Gisaenchung (Parasite) 31 menzioni; media 7,75.
Us (Noi) 31 menzioni; media 7,75.
The Irishman 51 menzioni; media 7,28.
Once Upon a Time in Hollywood (Cera una volta a Hollywood) 56 menzioni; media 7.
The Addams Family (La famiglia Addams) 31 menzioni;media 7,75:miglior film di animazione.
Toy Story 4 35 menzioni; media 7.
Spies in Disguise (Spie sotto copertura) 21 menzioni; media 7.
Ralph Breaks the Internet (Ralph Spaccainternet) 25 menzioni; media 6,25.

Nessuna sorpresa per quanto riguarda le performance attoriali maschili:Joaquim Phoenixconferma i pronostici e sbaraglia la concorrenza con il 50% delle preferenze grazie alla sua performance inJoker, per la quale anche candidato ai prossimi Oscar. Phoenix batte cos Leonardo Di Caprio, cosa che non gli era riuscita per un pelo nel 2014, quando era candidato con il film Lei (Di Caprio vinse infatti con The Wolf of Wall Street). Curiosit: prima di oggi, Di Caprio aveva vinto tutte le tre volte in cui era stato candidato.

Lha invece gi conquistato lOscarOlivia Colman, che vince per la sua interpretazione da protagonista ne La Favorita, dividendo la prima piazza con lattrice cubanaAna De Armas(si tratta del primo premio ottenuto da un rappresentante dellisola caraibica). La De Armas ottiene i favori del pubblico grazie alla sua interpretazione di Marta in Cena con delitto. Entrambe le attrici vincono alla loro prima nomination.

Joaquim Phoenix (Joker) 50%
Viggo Mortensen (Green Book) 25%
Leonardo Di Caprio (Once Upon a Time in Hollywood) 8,3%
Brad Pitt (Once Upon a Time in Hollywood) 8,3%
Jean Dujardin (JAccuse) 8,3%
Joe Pesci (The Irishman) 0,1%
Olivia Colman (The Favourite) 28,6%
Ana De Armas (Knives Out) 28,6%
Nicole Kidman (Boy Erased) 14,3%
Lupita Nyongo (Us) 14,3%
Emma Stone (The Favourite) 14,3%
Rachel Weisz (The Favourite) 0%
Joaquim Phoenix in Joker, interpretazione per la quale vince come miglior attore. Al film anche il premio del pubblico e quello per la colonna sonora.

A vincere come miglior colonna sonora sempreJoker, grazie alla creazione dellislandeseHildur Gudnadottir,che ottiene la maggioranza assoluta dei favori del pubblico. Anche per lIslanda si tratta del primo riconoscimento, che giunge alla prima nomination per la compositrice.

Joker (Hildur Gunadttir) 55,6%
Ad Astra (Max Richter) 22,2%
JAccuse (Alexandre Desplat) 11,1%
Ralph Breaks the Internet (Henry Jackman, Imagine Dragons) 11,1%
Unimmagine di repertorio della marcia del 1985, portata sul grande schermo dal film Pride (2015)

Ledizione di questanno, infine, prevedeva anche un riconoscimento speciale per il film a tematica LGBT che ha maggiormente segnato la decade. La netta maggioranza dei votanti ha incoronato Chiamami Col Tuo Nome, di Luca Guadagnino, confermando cos lottimo risultato gi ottenuto due anni fa, quando vinse ben tre premi fra cui miglior film. Il suo risultato rispecchia il grande successo di pubblico, al quale forse non sono giunti film di altrettanta qualit e valore, che invece sono stati votati molto meno o addirittura affatto. Per questo, il secondo posto di Pride con il 30% delle preferenze ha il sapore della vittoria morale di un film in grado non solo di portare sul grande schermo la lotta per i diritti, ma di legare tale movimento alla protesta dei minatori della Gran Bretagna di Tatcher, dimostrando che tutte le rivendicazioni possono (e probabilmente devono) essere collegate fra loro.

In questa particolare classifica seguono poi La Vita di Adele e The Danish Girl, che trattano rispettivamente delle tematiche lesbica e transgender. The Danish Girl aveva gi ottenuto 2 candidature nel 2016, come miglior interpretazione maschile e miglior film.

Colpisce lassenza di preferenze per Moonlight (Oscar 2017), cos come per tutti gli altri nominati. Il decennio 2010-19 resta per uno dei pi ricchi di uscite cinematografiche con questa tematica, affrontata di volta in volta in modo originale e interessante da vari registi da pi parti del mondo, nel solco tracciato da apripista come Milk e Brokeback Mountain nel decennio precedente.

Riepilogo candidature e premi: La Favoritaottiene 2 premi su 4 candidature, ma fa comunque il pieno considerando che tre nomination pertenevano alla medesima categoria.Joker3/30/3 perOnce Upon A Time in HollywoodeJAccuse.

27/01/2020, 12:20