Meno di 30
I Viaggi di Robi

GLI UOMINI D'ORO - Quando il Colpo e' all'Italiana


Dal 7 novembre al cinema lopera seconda di Vincenzo Alfieri basato su un fatto di cronaca realmente accaduto, la rapina a un portavalori avvenuta a met degli anni '90. Con Giampaolo Morelli, Fabio De Luigi, Edoardo Leo e Gian Marco Tognazzi.


GLI UOMINI D'ORO - Quando il Colpo e' all'Italiana
"Gli Uomini d'Oro" di Vincenzo Alfieri
Torino 1996. Luigi, impiegato postale sogna di cambiare vita, di fuggire dalla prigione fredda e monotona delle Poste e aprire un chiringuito in Costa Rica. Svanito il sogno della baby pensione escogita insieme al represso collega Alvise e al migliore amico Luciano il colpo perfetto per lasciarsi tutto alle spalle: rapinare il furgone portavalori che guida ogni giorno.

Nel gergo giornalistico con uomini doro si indica chi compie una rapina tanto ricca quanto rischiosa senza causare vittime. I nostri protagonisti sembrano intenzionati a perseguire questo obiettivo ma il crimine non per tutti, soprattutto per chi ha condotto da sempre una vita ordinaria, e le conseguenze saranno drammatiche.

Attraverso una struttura a capitoli conosciamo i tre personaggi ispirati agli stessi che misero in atto il colpo: Luigi, il motore della storia, interpretato da Giampaolo Morelli che anche in questo film non si svincola dai suoi soliti personaggi, vedi il Commissario Coliandro. Cosa che invece riescono a fare in maniera sorprendete Fabio De Luigi ed Edoardo Leo.

Alvise, interpretato da De Luigi, luomo comune vessato dalla vita, amorevole con la figlioletta e la moglie, tranquillo apparentemente ma che nasconde una frustrazione che presto lo far esplodere: una sorta di Walter White allitaliana. Edoardo Leo, invece, abbandonati i panni di ingenuo e goffo romanaccio, si tramuta nel muscoloso e temibile Lupo scagnozzo di Boutique, un elegante e spietato sarto - strozzino interpretato egregiamente da Gian Marco Tognazzi.

La vicenda era stata gi portato sul grande schermo nel 2000 da Gian Luca Maria Tavarelli con "Qui non il paradiso" ma "Gli uomini doro" un altro genere. Non un film dinchiesta ma un crime dal ritmo serrato, esteticamente ricercato che omaggia Le iene di Quentin Tarantino, The Snatch di Guy Ritchie con la sua struttura a incastri e persino Il capitale umano di Paolo Virz.

Tra martellante musica elettronica, luci al neon e continui colpi di scena, quello che da locandina poteva sembrare la solita commedia allitaliana che strizza locchio a I soliti ignoti in realt un avvincente crime di intrattenimento scritto dallo stesso regista con Alessandro Aronadio (Io c), Renato Sannio (Che vuoi che sia) e Giuseppe G. Stasi (Metti la nonna in freezer).

"Gli uomini doro" prodotto da Fulvio e Federica Lucisano e Italian International Film con Rai Cinema e distribuito da 01 Distribution. Nel cast anche Matilde Gioli, Susy Laude, Mariela Garriga e Giuseppe Ragone.

30/10/2019, 18:00

Caterina Sabato