I Viaggi di Robi

FESTA DI ROMA 14 - "La Giostra dei Giganti":
la comunità del carnevale


Un racconto inedito del Carnevale di Viareggio, firmato da Jacopo Rondinelli.


FESTA DI ROMA 14 -
E' un'attenta esplorazione nel mondo del carnevale, in particolare di uno dei più famosi e spettacolari del Mondo, quello di Viareggio, il documentario "La Giostra dei Giganti" di Jacopo Rondinelli. Un racconto che si sviluppa nel tempo e che si addentra nel "dietro le quinte" della manifestazione, nelle vita di alcuni carristi e di tutta la comunità viareggina.

Le telecamere entrano nelle vite delle persone, di una comunità variegata, dove l'evento è solo il giusto finale di un lavoro certosino e meticoloso, che dura un'anno intero. Rondinella ci mostra dall'interno, un mondo sconosciuto, ci porta nei ricordi e nel presente di un rito pagano vissuto con passione, rivalità, ma soprattutto condiviso da tutta una popolazione. In questo sta la forza di "La Giostra dei Giganti" nel mostrarci come il carnevale unisce e fortifica una comunità variegata, dove le classi e le estrazioni sociali non esistono più, dove le maschere, pur diverse per fisionomia, portano tutti sullo stesso piano senza diseguaglianze. Tutti partecipano al "rito", vecchi, bambini, donne, uomini in una sfilata basata sulla satira sociale e l'allegoria.

Il documentario di Rondinelli è ben girato con immagini "pulite" ed una fotografia ben curata, che si focalizza sui minimi particolari, sui gesti, sui volti. Non mancano nemmeno i cenni storici, come le collaborazioni dei "carristi" con Federico Fellini, Le Cirque Du Soleil o il Teatro dell’Opera di Parigi,.e gli aneddoti e gli "sfottò" tipici dei toscani.

17/10/2019, 17:39

Simone Pinchiorri