I Viaggi Di Roby

AQUA FILM FESTIVAL 4 - I vincitori


AQUA FILM FESTIVAL 4 - I vincitori
Si č tenuta a Roma dall’11 al 13 aprile 2019 la quarta edizione di Aqua Film Festival, il primo festival di cinema internazionale con cortometraggi, incontri e workshop, eventi speciali dedicati al tema dell’acqua in tutte le sue forme, ideato e diretto da Eleonora Vallone, attrice, giornalista ed esperta di metodiche d’acqua. Oltre duecento i film arrivati in selezione, provenienti da tutto il mondo, di cui sono stati proiettati 20 film nella sezione Corti, 6 nella sezione Cortini e 5 nella sezione Cortini Aqua&Students, dedicata esclusivamente agli studenti. Inoltre, il festival ha presentato due Lungometraggi sul tema dell’acqua, due Anteprime assolute, quattro film di denuncia per la sezione fuori concorso Fratello Mare, Amico Lago, Caro Fiume e due video musicali sul tema dell’acqua. Grande successo ha quindi ottenuto il workshop su come filmare con uno smartphone, tenuto dal prof. Francesco Crispino. Inoltre, da quest'anno č iniziata una collaborazione con MEDICINEMA Italia Onlus che ha proposto presso le sale cinema dell'Ospedale Niguarda di Milano e del Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma, una selezione dei corti ad una Giuria speciale composta da pazienti, medici, infermieri e volontari che ha espresso la propria preferenza al corto che riterrŕ piů meritevole.

La giuria che ha premiato i cortometraggi in concorso č composta dallo scrittore e sceneggiatore Antonio Manzini, l'attore Beppe Convertini, il saggista, scrittore e regista Luca Raffaelli, l'attrice Chiara Francini, il regista Mimmo Calopresti, l'esploratore e fotografo subacqueo Alberto Luca Recchi, l'attore Lorenzo Flaherty, l'imprenditore e designer Marco Colasanti, vice Presidente per l’Italia della Fondazione Principe Alberto II di Monaco, lo psicologo, criminologo e scrittore Ruben Sharif De Luca, l'artista Cristiana Pedersoli, Hélčne El Missouri, della Fondazione Prince Albert II de Monaco e Rosalba Giugni, presidente di Marevivo.

Ecco i premi finali del festival:

PREMIO SORELLA AQUA – MIGLIOR CORTO
“A piscina de Caique” di Raphael Gustavo Da Silva (BRASILE - PORTOGALLO - 15’)
MOTIVAZIONE: Per aver narrato l’ambiente esterno e l’ambiente interiore mediante una piccola, grande storia di amicizia e di educazione familiare. Per la forza dei dialoghi semplici ed efficaci che contribuiscono, tra dramma e divertimento, al racconto di una giornata qualunque.

PREMIO SORELLA AQUA – MIGLIOR CORTINO
“Una favola per la natura” di Stefano De Felici (ITALIA - 1’50”)
MOTIVAZIONE: Per averci mostrato mediante una bella fiaba che un altro mondo č possibile. Per la dolcezza delle immagini che raccontano con intuito e leggerezza l’ambiente da salvaguardare e in cui vivono spensierati tutti i suoi abitanti.

MENZIONE SPECIALE AQUA&AMBIENTE
“Di chi č la terra?” di Daniela Giordano (ITALIA – 15’)
MOTIVAZIONE: Per aver narrato con grande luciditŕ la cultura del consumismo e del profitto, travestita da interessi green e politicamente corretti. Per aver provato a tracciare una direzione con l’ausilio di immagini divertenti e irriverenti, sapientemente ancorate alla contemporaneitŕ.

AQUA&ISOLA ex-aequo
“Weather Report” di Paul Murphy (IRLANDA - 5’)
MOTIVAZIONE: Per aver raccontato attraverso una sapiente regia la storia vera di un guardiano del faro, sottolineando con un’ottima fotografia il contesto esterno e la vita quotidiana, con lo sguardo puntato sul mare d’Irlanda alla vigilia dello sbarco in Normandia.
“L'isola delle tartarughe” di Monica Francesca Blasi (Italia – 3’)
MOTIVAZIONE: Per aver mostrato i padroni del mare delle Isole Eolie tra bellezza e difficoltŕ, sottolineando attraverso un buon mix di cronaca e poesia la vita delle tartarughe marine sotto l’occhio attento dei vulcani.

AQUA&ANIMATION
“La Tierra en mis manos” di Nicolŕs Conte (ARGENTINA – 4’30”)
MOTIVAZIONE: Per la semplicitŕ con cui affronta il tema degli sprechi d’acqua e per l’utilizzo di una animazione che, mediante colori e movimenti ragionati, ci porta sulla strada di un consumo sostenibile delle risorse.

AQUA&THRILLER
“Hiperion” di Rubén Jiménez Sanz (SPAGNA – 17 minuti)
MOTIVAZIONE: Per aver realizzato un thriller irriverente che pur riservando momenti di suspense, regala anche qualche attimo di ilaritŕ in mare aperto.

AQUA&STUDENTS
“NO CIG BUTTUS” (3 MINUTI) di Istituto Superiore Galilei (Mirandola) (ITALIA 2017)
MOTIVAZIONE: Per aver realizzato un film breve in cui l’animazione non č rappresentata da effetti speciali ma da un uso consapevole della scrittura per immagini.

15/04/2019, 17:05