I viaggi di Roby

CRAZY FOR FOOTBALL - Giovedì 27 settembre al
Festival Internazionale del Cinema Nuovo


CRAZY FOR FOOTBALL - Giovedì 27 settembre al Festival Internazionale del Cinema Nuovo
Il calcio nei suoi aspetti più belli e più emozionanti: la fatica e la voglia di farcela, la solidarietà e lo spirito di squadra. Il calcio come sport di tutti perché, tolto l'aspetto agonistico, chiunque può praticarlo: basta avere una palla tra i piedi e il gioco, nel vero senso della parola, è fatto.

Questo è il filo conduttore alla base di un viaggio profondo attraverso le rapide della coscienza di chi ha conosciuto lo smarrimento della malattia psichiatrica. Un percorso in bilico fra equilibrio e follia che appartiene a tutti noi e che per la prima volta è stato raccontato con una macchina da presa dal regista romano Volfango De Biasi nel film “Crazy for Football” – prodotto da Skydancers e Rai Cinema, distribuito da Istituto Luce – vincitore del David di Donatello 2017 e dei UEFA Foundation for Children Awards 2017.

Un progetto che ha portato alla realizzazione di due Campionati del Mondo per persone con problemi di salute mentale e che tuttora prosegue il proprio viaggio globale: dal Giappone, che ha ospitato la prima edizione del “Mundial”, alla distribuzione nelle scuole italiane come strumento di sensibilizzazione verso le nuove generazioni, in occasione del quarantesimo anniversario della Legge Basaglia. Per arrivare alla seconda edizione del Mondiale, andata in scena a maggio al PalaTiziano di Roma, ad una proiezione dedicata nella capitale francese organizzata dall’Istituto Culturale Italiano di Parigi e, adesso, nella cornice del Festival Internazionale del Cinema Nuovo.

Giovedì 27 settembre 2018, il film “Crazy for Football” sarà infatti presentato a Milano in occasione dell’evento che inaugurerà l’undicesima edizione della rassegna cinematografica organizzata dall’Associazione Romeo Della Bella in collaborazione con Mediafriends: un concorso che vedrà competere 29 cortometraggi provenienti da tutto il mondo interpretati esclusivamente da attori disabili.

Il Festival, patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, da Regione Lombardia e dalla Città Metropolitana di Milano, è ormai un punto di riferimento importante e seguitissimo nel panorama delle attività cinematografiche per persone con disabilità. Con i premi previsti per le sezioni “Corti”, “Cortissimi” e “Animazione” che saranno assegnati da una giuria di qualità composta dall’amministratore delegato di Medusa Giampaolo Letta come Presidente di Giuria, dal regista Pupi Avati come Presidente Onorario e da Paolo Ruffini, la “Iena” Matteo Viviani e il conduttore radiofonico Gianluca Nicoletti.

Dunque un successo italiano, il docufilm “Crazy for football” di Volfango De Biasi, che continua a raccontare in tutta Europa la sua storia, diffondendo un messaggio accolto e replicato da altri Paesi per promuovere i valori dell’inclusione e della partecipazione, propri dello sport, con l’obiettivo di abbattere il muro della paura, o addirittura della vergogna, comunemente diffusa verso la patologia mentale.

26/09/2018, 09:11