Napoli Film Festival
I viaggi di Roby
Cinema Aquila

VENEZIA 75 - Stefano Cucchi e la pericolosa rassegnazione


Sulla mia Pelle di Alessio Cremonini, presentato in Orizzonti, colpisce anche grazie all'interpretazione di Alessandro Borghi. Con Jasmine Trinca, Max Tortora, e Milvia Marigliano


VENEZIA 75 - Stefano Cucchi e la pericolosa rassegnazione
Alessandro Borghi Stefano Cucchi in "Sulla mia Pelle" di Alessio Cremonini
Alessandro Borghi indiscutibilmente il miglior attore italiano. In "Sulla mia pelle", cambia pelle, sguardo, e in modo stupefacente voce diventando Stefano Cucchi in persona.

lui a muoversi nel quartiere di Roma, in casa dei genitori, nelle caserme dei carabinieri in quello che un paio di decenni prima era linferno delleroina e che stato teatro di tante morti con la siringa nel braccio. Da l, e dalle evidenti disavventure familiari deriva il comportamento di tutti i personaggi, ingiustificabile quanto comprensibile.

I carabinieri sono prevenuti e violenti, i genitori e la sorella ormai rassegnati e superficiali nellaffrontare larresto, lennesimo, di Stefano che con la droga di ogni tipo ha un lungo e profondo rapporto; le guardie giurate con i loro modi spicci, i giudici che neanche alzano gli occhi dalle pratiche per rendersi conto che limputato in condizioni di salute preoccupanti.

Forse questa routine, questa orrenda abitudine alla piccola delinquenza, di certo diffusa, ma sinceramente poco pericolosa ad aver condannato a morte Stefano Cucchi. Un distacco e unindifferenza che pervade uno strato intero della societ che si incontra e si scontra tra disgusto e poca voglia di capire, certo che il tempo aggiuster la situazione, annoiato dalle follie dei "tossici".

Il film di Alessio Cremonini asciutto e solo cos poteva essere. Poco lasciato ai sentimenti e alle sensazioni. Lunica ammessa, e funziona benissimo, il dolore fisico di Stefano fatto di piccole smorfie, ansimi, lamenti che immobilizzano lui sul letto e noi sulla sedia.

E proprio qui, pi che con la somiglianza peraltro straordinaria, che Alessandro Borghi rid lanima a Cucci, in ogni momento del film: con il rumore della sofferenza.
Ottime anche le interpretazioni di Jasmine Trinca, nei panni della sorella Ilaria e di Max Tortora il padre esaurito e svuotato dalle continue disavventure del figlio.

Sulla mia Pelle un film che colpisce, capace di denunciare le violenze del potere, meschino o sottile a seconda del livello gerarchico.

29/08/2018, 16:00

Stefano Amadio

Video del giorno

CINEMA - Ultime notizie RSS feed delle notizie di CinemaItaliano.info

Archivio notizie