Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

FESTIVAL DI LECCE XVIII - Sabato con
Stephen Frears e il Premio Verdone


Stephen Frears è il protagonista dell’ultima giornata del Festival, insieme a Carlo e Luca Verdone che consegneranno il Premio dedicato al padre e ai vincitori del concorso di quest’anno che si alterneranno sul palco durante la cerimonia di premiazione.


FESTIVAL DI LECCE XVIII - Sabato con Stephen Frears e il Premio Verdone
Classe 1941, Stephen Frears si è imposto all’attenzione di critica e pubblico per il cinismo e l’arte dissacratoria presente nella maggior parte dei suoi film. Dopo i successi girati in patria - come My Beautiful Laundrette (1985) e Le relazioni pericolose (1988) - Rischiose abitudini del 1990 rappresenta per il regista la prima produzione americana voluta e prodotta da Martin Scorsese che ottenne la nomination all’Oscar per la miglior regia. Seguono tanti altri film fortunati e premiati come Eroe per caso (1992), Alta fedeltà (2000), Piccoli affari sporchi (2002). Il 2006 è l’anno di The Queen con una straordinaria Helen Mirren che si aggiudica l'Oscar come migliore attrice e la Coppa Volpi al Festival di Venezia. Con il drammatico Philomena (2013) ottiene riconoscimenti in tutto il mondo, tra cui la Miglior sceneggiatura al Festival di Venezia nel 2013 e ai BAFTA Award del 2014, il David di Donatello vinto come Miglior film europeo.

Il regista riceve l’Ulivo d’oro alla carriera (ore 20.00 - sala 1). Al termine dell’incontro condotto da Heather Stewart, (direttore creativo Archivio Nazionale BFI) segue la proiezione di The Queen – La regina (Uk-Francia-Italia, 2006).

La cerimonia di premiazione si svolge in sala 1 alle 18.00 e sarà ricca di ospiti e personaggi che quest'anno hanno partecipato al Festival.

Oltre al regista che riceverà il Premio Mario Verdone dai fratelli Carlo e Luca e agli autori, produttori, attori sul palco saranno presenti anche i giurati di questa edizione: Marion Döring, Lene Børglum, Tilde Corsi, Heather Stewart, Eva Zaoralová per il Premio Ulivo d’Oro; Colette de Castro, Natalia Moussienko, Alberto Alfredo Tristano per il Premio Fipresci; Cécile Despringre, Guillaume Calop, Asja Krsmanović per il Premio Cineuropa; Laura Delli Colli per il Premio SNGCI al Miglior Attore Europeo; Gemma Lanzo, Nico Cirasola, Giancarlo Visitilli, giuria del Concorso di cortometraggi Puglia Show, per il Premio CNC, Premio Augustus Color e il Premio di €1.000 offerto dalla Contessa Maria Josè Pietroforte di Petruzzi; Maria Federica Lo Jacono e Manuela Rima per il Premio Rai Cinema Channel di Puglia Show; la Giuria composta dagli studenti del Cineclub Universitario per il Premio Unisalento.

Quest'anno i fratelli Verdone hanno voluto attribuire un riconoscimento speciale del Premio Mario Verdone a Lo chiamavano Jeeg Robot (Italia, 2015) di Gabriele Mainetti. Il giovane regista, rivelazione dell'anno, presenterà il suo film alle 16.00 in sala 2.

Alle 15.00 presso il Castello Carlo V Gemma Lanzo, Alessandro Greco, Anton Giulio Mancino, Francesco Maselli, Bruno Torri, Perrone Anna Vita, presentano “Il cinema di Emidio Greco” a cura di Gemma Lanzo (Edizioni dal Sud, 2017). Il volume vuole restituire lo spirito che ha da sempre animato Emidio Greco, con il suo profondo approccio creativo al cinema e alle politiche culturali. Il libro fa parte della sezione di studi storico - critici sul cinema, curata dal Gruppo Pugliese SNCCI, compresi nella collana Percorsi di “Teca”, patrocinata dalla Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia. Contributi: Costanzo Antermite, Vito Attolini, Raffaele Cavalluzzi, Franco Cordelli, Stefano Gallerani, Gemma Lanzo, Alfonso Marrese, Mariangela Sansone, Silvana Silvestri, Cristina Soldano, Piero Spila, Bruno Torri.

07/04/2017, 16:30