Meno di 30
I Viaggi di Robi

A CASA MIA - Intervista a Mario Piredda


Il cortometraggio ha vinto il David di Donatello 2017 dopo aver fatto incetta di premi a Corto Dorico 2016


A CASA MIA - Intervista a Mario Piredda
Dopo una sola partecipazione a festival (a Corto Dorico 2016, in cui vinse ben cinque premi), un po' a sorpresa il cortometraggio "A Casa Mia" di Mario Piredda ha vinto il David di Donatello 2017 della categoria. la storia di due anziani, rimasti i soli abitanti di un piccolo paese di pescatori ormai spopolato, che vivono nella speranza che linverno non finisca. Abbiamo intervistato il regista.

Come nato il progetto?

Tutto partito da un soggetto che avevo scritto qualche anno fa, che insieme a Ivan Olgiati di Articolture abbiamo portato avanti, e che ho poi riscritto con Giovanni Galavotti. Abbiamo vinto un bando della Regione Sardegna e poi uno del Ministero. Le riprese sono state fatte in Sardegna nel 2016, in due tranche, una in inverno e una in estate.

Come nata la storia?

I soggetti nascono da idee che vengono, come le canzoni per i cantanti. Cerco di raccontare cose che conosco, in questo caso un piccolo paesino sul mare, volevo raccontare la solitudine degli anziani e il disagio delle nuove generazioni. Abbiamo girato a Vignola, in Gallura, una trentina di chilometri da dove sono cresciuto, a Badesi.
Abbiamo fatto parecchi casting, a un certo punto ho deciso che volevo Giusi Merli, attrice straordinaria. L'ho provinata e convinta (non era sicura di riuscire a recitare in sardo!), abbiamo fatto prove e ottenuto il giusto risultato. L'altro protagonista un mio zio, l'ho convinto perch avevo la certezza che fosse la faccia giusta e la persona adatta. Mi piaceva provarmi con questo mix, anche linguistico, lui un grande esperto di sardo.

Il percorso festivaliero stato molto breve prima dei David.

La prima del corto stata a Corto Dorico, a dicembre. Abbiamo pensato a lungo se esordire nel 2016 o attendere il 2017, poi abbiamo scelto la prima opzione. Sono legato al festival di Ancona, avevo gi vinto l in precedenza e mi piace il clima che si respira in quei giorni.
Il lavoro non entrato direttamente in finale ma in una sorta di semifinale, ma il pubblico lo ha votato e fatto passare in finale. Poi ha vinto cinque premi ed stato mandato ai David, tutto successo molto rapidamente.
stata una notizia inaspettata, non riesco mai a capire del tutto i miei lavori, specie quando sono appena sfornati.

E ora che strada far "A Casa Mia"?

Ora la distribuzione la sta curando Adam Selo di eleNfant, ha le sue strategie e mi affido a lui. Probabilmente qualcosa cambier ora, dobbiamo ancora capire e decidere, non sempre un successo cos importante pu agevolare la strada, speriamo.

Progetti futuri?

Sto lavorando a una produzione europea, sempre con eleNfant, la realizzazione di 6 corti di fiction con soggetto la migrazione che gireremo in 6 citt europee diverse, Bologna, Siviglia, Amburgo, Riga, Tolosa e Lisbona. Sono anche il regista di quello bolognese, poi ci sposteremo a Siviglia.
Sto scrivendo anche un lungo, sempre con Articolture e con Galavotti, faremo lo sviluppo in Sardegna e gireremo met qui e met in Francia, siamo in fase di sceneggiatura. Si intitoler "L'Agnello".

01/03/2017, 10:52

Carlo Griseri