FilmdiPeso - Short Film Festival

NASTRI D'ARGENTO DOC - Istituto Luce con 5 finalisti,
tre Menzioni speciali e un Nastro alla Carriera


NASTRI D'ARGENTO DOC - Istituto Luce con 5 finalisti, tre Menzioni speciali e un Nastro alla Carriera
Con la presenza per i propri film in ciascuna delle categorie del Premio, tre Menzioni speciali gi annunciate e un riconoscimento alla Carriera: cos Istituto Luce-Cinecitt arriva alledizione 2017 dei Nastri dArgento per il Documentario, assegnati dal SNGCI Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici. Una presenza diffusa nelle candidature che premia lecletticit della linea editoriale del Luce, tesa tra racconto della Storia, ricerca sui linguaggi, e viaggio nello spettacolo.

Nella sezione "Cinema del Reale concorre "Le Scandalose" di Gianfranco Giagni, particolarmente apprezzato alla Festa del Cinema di Roma, contro-storia nera dItalia attraverso le vicende di sette assassine, scritta con Silvana Mazzocchi e Patrizia Pistagnesi, con le voci di Sonia Bergamasco e Claudio Santamaria.

Nella sezione "Docufilm" che indaga la contaminazione tra sguardo sulla realt e fiction, presente "Naples 44" di Francesco Patierno, tratto dal longseller di Norman Lewis e in concorso alla Festa del Cinema di Roma, che mescola fascinosamente materiali darchivio Luce, repertori filmici e girato originale, guidato dalle voci di Benedict Cumberbatch, e di Adriano Giannini nella versione italiana.

Sono ben tre i titoli Luce della cinquina dedicata a "Cinema e Spettacolo": "Acqua e zucchero: Carlo Di Palma, i colori della vita" di Fariborz Kamkari, applaudito ai Festival di Venezia e Toronto, e dedicato a uno dei nostri pi geniali direttori della fotografia (e non solo); "Bozzetto non Troppo" di Marco Bonfanti, da Venezia Classici, sul maestro italiano dellanimazione italiana, Bruno Bozzetto; e "Cinque Mondi" di Giancarlo Soldi, presentato a Roma, educazione sentimentale al cinema di cinque registi italiani premi Oscar: Benigni, Bertolucci, Salvatores, Sorrentino, Tornatore.

I giornalisti cinematografici hanno poi annunciato le Menzioni Speciali, "per lattenzione rivolta ai temi del sociale" a "Crazy for Football" di Volfango De Biasi (in sala in questi giorni) e a "Dustur" di Marco Santarelli, piccolo-grande caso sulla Costituzione italiana riletta dai ragazzi musulmani. E unaltra menzione speciale, per il racconto di un periodo di profondo cambiamento politico, a mezzo secolo di distanza ma ancora di bruciante attualit, va ad "Assalto al Cielo" di Francesco Munzi, sulle lotte dei giovani italiani tra il 1968 e il 1977. Il film di Munzi arriver nelle sale con il Luce dal 29 marzo.

Opere candidate alla premiazione del prossimo 3 marzo e segnalate insieme allo speciale Nastro alla Carriera a un personaggio di cinema, spettacolo e cultura piuttosto eccezionale come Giorgio Pressburger - per le quali Luce-Cinecitt ringrazia il Sindacato Giornalisti Cinematografici, puntualmente attento al cinema documentario, asse sempre pi portante della produzione italiana e un genere che regala energie e storie necessarie al nostro cinema. E un cinema nel cuore e nella storia del Luce.


Alessandra Tieri

24/02/2017, 15:13