I Viaggi di Robi

VENEZIA 73 - Tutte le donne di "Tommaso"


Fidanzate, passanti, commesse e conoscenti, ma soprattutto la Madre. Un mondo popolato da donne che costringono il protagonista a non pensare ad altro...


VENEZIA 73 - Tutte le donne di
Renato Scarpa e Kim Rossi Stuart in "Tommaso" in sala dell'8 settembre
"Tommaso" ha una fissazione che un po' tutti i maschi hanno, ma in lui quasi patologica. La sua malattia si chiama "donna" ma, da ci che esce dal film di Kim Rossi Stuart, la sua patologia sta principalmente nell'incapacit di gestire i rapporti con l'altro sesso.

Il film cammina su una strada che ricorda Nanni Moretti dei primi tempi, ma anche l"'8e1/2" di Fellini e il "Sesso Matto" di Dino Risi. Le donne sono l, ovunque e l'impulso quello di averle tutte, di toccarle di conoscerle e non in ultimo, di avere una relazione anche seria.

Ma nulla di tutto questo accade; in "Tommaso", come in un adolescente, le fantasie rimangono tali, le conoscenze non si stringono, le relazioni finiscono prima di diventare durature. In pi lo psicologo (Renato Scarpa) e la madre (Dagmar Lassander) sono l ad aggravare la quotidianit, uno non troppo professionale, l'altra un po' strampalata e forse causa involontaria dei malesseri del figlio.

Sempre in scena, Kim Rossi Stuart affiancato da Cristiana Capotondi, Jasmine Trinca, fidanzate con cui tronca i rapporti, e Camilla Diana, ruspante e senza peli sulla lingua che lo affascina proprio per questa schiettezza (e non solo...).

"Tommaso" per si limita a raccontare la storia di "uno", scritta dal regista con Federico Starnone, senza riuscire a creare l'empatia che ha fatto dei film e degli autori citati in precedenza dei punti di riferimento del nostro cinema.

06/09/2016, 12:00

Stefano Amadio