Meno di 30
I Viaggi di Robi

FuoriFuoco07: il cinema “oltre il senso del luogo”


Martedì 18 e mercoledì 19 a Castelnuovo Berardenga, venerdì 21 e domenica 23 a Monteriggioni, sabato 29 e domenica 30 agosto a Siena


FuoriFuoco07: il cinema “oltre il senso del luogo”
Far vivere uno spazio fisico, riempiendolo di storie che lo ristrutturano e lo reinventano, annullando la distanza che si crea tra lo spettatore e lo spettacolo a cui assiste. È la magia del cinema di Visionaria che quest’anno compie 25 anni e torna a Siena con una settima edizione di “FuoriFuoco” ricca di prime visioni ad ingresso gratuito, film e documentari di giovani autori penalizzati dalla grande distribuzione, in programma il 29 e 30 agosto nel salotto buono della città - Piazza del Campo - nel Cortile del Podestà cuore pulsante di Palazzo Pubblico e nel Foyer dello storico Teatro dei Rinnovati.

“Oltre il senso del luogo” è il tema della rassegna a cura di Giuseppe Gori Savellini promossa dall'Associazione Culturale Visionaria e realizzata in collaborazione con i Comuni di Siena, Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni nell’ambito del progetto “M!ra. Il cinema a Siena” all’interno del cartellone di Siena Capitale Italiana della Cultura 2015. Come ogni anno si accendono i riflettori sui circuiti alternativi, le produzioni dal basso, gli autori, i registi e i documentaristi emergenti alcuni dei quali parteciperanno anche alle proiezioni.

"L’idea di Fuori Fuoco da sempre è quella di mettere in luce i film dei giovani autori che con formule produttive innovative e lontano dalle grandi produzioni e dalle reti delle sale cinematografiche sono riusciti a raccontare storie importanti con tocco autoriale" - ha dichiarato Giuseppe Gori Savellini curatore di FuoriFuoco - "Mettere in luce un film per noi vuol dire farlo vedere, sottrarlo al cono d’ombra in cui finisce perché tagliato fuori dai grandi circuiti e presentarlo ad un pubblico innamorato del cinema e pronto a farsi raccontare una storia che ha il potere di cambiare chi la ascolta".

Come nella tradizione di FuoriFuoco la programmazione inizia dalla provincia e in particolare da Castelnuovo Berardenga e Monteriggioni, due città che hanno sempre creduto nella proposta culturale di Visionaria. "Anche i film che proiettiamo raccontano la provincia" – continua Gori Savellini - "come se per raccontare un’Italia nuova, meno battuta al cinema, si debba guardare ad una realtà meno urbana. In questo programma viriamo al noir e lo facciamo con la Puglia, la Calabria, le vette innevate dell’Abruzzo, il litorale toscano o il confine sloveno".

Martedì 18 agosto alle 21.30 in piazza Angelo Vassallo in località Pianella a Castelnuovo Berardenga sarà proiettato il film “In grazia di Dio” di Edoardo Winspeare. Mercoledì 19 agosto nello stesso luogo sarà visibile il film “La foresta di ghiaccio” di Claudio Noce. Venerdì 21 agosto ci si sposterà invece a Monteriggioni e precisamente in piazza Bersaglieri d’Italia a Castellina Scalo dove alle 21.30 sarà proiettato il film “Neve” di Stefano Incerti presente alla proiezione. Domenica 23 agosto, invece, sarà proiettato il film “Fino a qui tutto bene” di Rohan Johnson.

Grande attesa per gli appuntamenti senesi della rassegna. Un grande ritorno nella città del Palio segnato dalla scelta di film e documentari la cui visione emozionerà e farà discutere il pubblico. Si comincia sabato 29 agosto con un doppio appuntamento alle 17 nel Foyer del Teatro dei Rinnovati per il ciclo “Pomeriggio indipendente” con il film “Sarajevolution” di Rocco Riccio, uno straordinario documentario che racconta il lungo dopoguerra della Bosnia Herrzegovina. Seguirà alle 21.30 nel Cortile del Podestà la proiezione di “Short skin”, un delicato racconto di formazione di un giovane toscano Duccio Chiarini che con questo film riesce a farci sorridere dell’adolescenza, età in cui tutti ci siamo sentiti inadeguati. Domenica 30 agosto ancora due proiezioni: la prima alle 17 nel Foyer del Teatro dei Rinnovati con “Una nobile rivoluzione” di Simone Cangelosi. Un documentario delicato e commuovente nel quale l’autore, che sarà presente alla proiezione, mette in scena il diritto ad essere se stessi di una donna transessuale che con la sua vita ed il suo impegno ha fatto la storia del movimento lgbtqi italiano. A seguire alle 21.30 nel Cortile del Podestà sarà proiettato “Anime Nere” di Francesco Munzi ospite della serata. “Anime Nere” è un thriller innovativo calato in una Calabria montana e criminale che si è aggiudicato due David di Donatello come miglior film e migliore regia. Tutti i film saranno anticipati dalla visione di cortometraggi selezionati dalle precedenti edizioni di Visionaria Film Festival.

13/08/2015, 10:25