I Viaggi Di Roby

Al via la 21esima edizione del Ventotene Film Festival


Al via la 21esima edizione del Ventotene Film Festival
Al via il 26 luglio la 21esima edizione del Ventotene Film Festival diretto da Loredana Commonara che ogni anno presenta una rassegna di film per i più piccini mentre le serate sono dedicate ai grandi nomi del cinema italiano.
Quest’anno numerosi gli ospiti che arriveranno sull’isola per incontrare il pubblico: Francesco Piccolo, Fabrizio Bentivoglio, Matteo Garrone, Lugi Lo Cascio, Mario Sesti, Antonia Liskova, Marco Giallini, Marco Spagnoli, Salvato Braca.

Il 26 luglio, in apertura del Festival sarà consegnato a Francesco Piccolo il Premio Vento d'Europa in una serata/incontro a cura di Angela Prudenzi durante la quale si parlerà della felice e proficua “collaborazione” tra letteratura e cinema. "Abbiamo pensato a Francesco Piccolo" – sottolinea la Prudenzi nella motivazione del Premio – "perché con la sua scrittura accurata e attenta alle piccole cose di ogni giorno, ai sentimenti come alla coscienza sociale e individuale, ha raccontato con ironia storie specchio dei tempi che viviamo. Storie speciali o al contrario assolutamente normali, in cui tutti finiamo per riconoscerci". Al termine dell’incontro sarà presentato dallo stesso autore “Il nome del figlio” di Francesca Archibugi.

Il 27 protagonista della serata sarà Fabrizio Bentivoglio in un incontro aperto al pubblico e condotto sempre dalla critica cinematografica Angela Prudenzi con la seguente motivazione: “Il Premio Ventod'Europa va per la prima volta a un attore che ha interpretato e continua a interpretare italiani lontani dagli stereotipi, facendo conoscere fuori dai nostri confini i tanti e complessi volti di cui l'Italia si compone”. Al termine dell’incontro sarà proiettato “Scialla” di Francesco Bruni.

Matteo Garrone porta a Ventotene il suo ultimo film “Il racconto dei racconti”, presentato all’utlimo Festival di Cannes. Il regista sarà presente il 28 luglio protagonista di un incontro a cura di Mario Sesti. "Abbiamo pensato a Matteo Garrone", - sottolinea Sesti nella motivazione - "per la sicura e serena falcata con la quale è partito da un cinema indipendente e semi documentario per arrivare al prezioso madrigale fantastico del “Racconto dei racconti”: sia che scoperchi i sottoboschi più nascosti, aberranti e gremiti dell'attualità come ne “L’imbalsamatore” o in “Gomorra”, sia che trasformi il mondo in una fiaba mediatica e allucinatoria come in “Reality” o prenda la fiaba, come nel suo ultimo film, per rispecchiare trasfigurata come in un caleidoscopio la nostra realtà contemporanea, il suo occhio non perde mai la presa sulle cose, pieno di stupore ed empatia".

Un altro grande interprete del nostro cinema come Luigi Lo Cascio sarà al Festival dell’isola Pontina, protagonista di un incontro con il pubblico e presenterà il suo film da regista “La città ideale” il 29 luglio.

il 31 luglio è la volta di uno dei volti più interessanti del cinema e della tv italiana: Antonia Liskova che parlerà con il pubblico in un incontro curato da Marco Spagnoli e della quale si potrà vedere il film di Giacomo Lesina “In the box”. La Liskova ritirerà il Premio Julia Major, riconoscimento istituito nel 2014, in occasione delle celebrazioni dei 2000 anni dalla presenza a Ventotene di Julia uno dei più affascinanti personaggi della storia di Roma, unica figlia naturale dell’imperatore Augusto. La nobile romana è celebre per il suo legame con l'isola, che ancora conserva splendide vestigia della sua presenza, Villa Julia a Punta Eolo e Vasca Julia a Santo Stefano.

Con “Tutta colpa di Freud” di Paolo Genovese sarà presente uno dei più rappresentativi intepreti del cinema italiano, Marco Giallini in una serata/spettacolo il 3 agosto.

Spazio anche al documentario con “Senza Lucio” di Mario Sesti che sarà presente insieme al produttore Massimiliano De Carolis, inedito ritratto di Lucio Dalla, più volte ospite del festival (28 luglio); “Walt Disney e l’Italia-Una storia d’amore” di Marco Spagnoli che racconterà il percorso di questo straordinario doc (1 agosto); e per finire “Il Manifesto di Ventotene” di Salvatore Braca abile documentarista, nonché amico del festival (4 agosto).

25/07/2015, 16:30