!Xš‚ť‰

Mario Monicelli e Rap - 100 Anni di Cinema - La mostra a Napoli


Una mostra ed un rassegna per celebrare il grande regista della commedia all'italiana.


Mario Monicelli e Rap - 100 Anni di Cinema - La mostra a Napoli
Un grande evento che unisce cinema, arte e fotografia nel nome di Mario Monicelli” - cosi’ Chiara Rapaccini, compagna di una vita del regista, ieri sera al cinema Metropolitan di Napoli, presentando la rassegna dedicata al marito, conclude la giornata inaugurale della manifestazione “Monicelli e Rap - 100 anni di cinema”. Con lei sul palco Francesca di Transo, curatrice della manifestazione e della mostra che si č aperta ieri alle 18 al PAN, Valerio Caprara, giornalista e presidente della Campania Film Commission e Giuseppe Colella, curatore della rassegna cinematografica, davanti ad una sala piena di giovani, entusiasti di poter vedere su grande schermo ‘la Grande Guerra’. Rapaccini a loro racconta di sua figlia Rosa, e di quando, insofferente come molti figli di padri illustri, ‘precettata’ a partecipare con i genitori alla prima a Venezia della copia restaurata del film, “si gira e ammirata mi dice ‘ma papŕ faceva queste cose?” , riscoprendo cosě la grandezza dell’artista. Caprara ricorda al proposito che la Grande Guerra stupě tutti coloro che avevano identificato in Monicelli l’iniziatore della ‘commedia all’italiana’, affrontando in maniera complessa e con diversi registri la tragedia della Prima Guerra Mondiale. Ma nel ’59 il film vince il Leone d’oro ex aequo con ‘Il generale della Rovere’ di Rossellini.

Rap (sigla d’artista di Chiara) ha ringraziato Aurelio de’ Laurentiis per aver messo a disposizione alcuni titoli della rassegna, ricordando quanto le due famiglie siano rimaste legate. Infatti De Laurentiis, con la moglie Jacqueline ed il figlio Edoardo nel pomeriggio si era recato al PAN in compagnia del nuovo allenatore del Napoli, Maurizio Sarri. In mostra 80 fotografie inedite dei set di alcuni dei film di Monicelli, salvate dalla moglie e protette fino ad oggi.
Insieme a Rap e a Francesca di Transo, de Laurentiis ha percorso e commentato le foto dell’ archivio Monicelli, e le opere di Rap, 17 lavori in acrilico su cartone, soffermandosi poi sui ricordi personali che lo legano al regista: “quando ho cominciato a fare il produttore dissi a mio padre che dovevamo assolutamente fare un film con Mario Monicelli, e comprammo i diritti di un romanzo di Ercole Patti dal titolo ‘Gli ospiti di quel castello’, e con Benedetto Zapponi e Mario fu fatta una sceneggiatura. Volevamo che la interpretasse Giancarlo Giannini, ma era impegnato con la Wertmuller e non si rese disponibile. In realtŕ fu una fortuna perché il libro era bellissimo ma anche un po’ complesso e forse, poiché ci aveva lavorato su Zapponi, sceneggiatore di fiducia di Fellini, era un po’ fellineggiante. In quel momento uscě ‘Il borghese piccolo piccolo’ di Vincenzo Cerami, e comprammo subito i diritti perché a Mario piaceva moltissimo. L’ attore ideale ci sembrava Tognazzi, ma poi ci chiamo’ Alberto Sordi, dicendoci che voleva fare assolutamente quel film. E lui era Albertone, con il quale Mario aveva girato la Grande Guerra”.

Una grande giornata per Napoli e la sua cultura” ha commentato l’assessore Nino Daniele nel salutare il successo della mostra al PAN, sottolineando quanto la cittŕ sia felice di accogliere un’iniziativa di tale portata. Cittŕ, Napoli, che Mario Monicelli particolarmente amava, ci ricorda Rap, e che č “piů che mai vitale”.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito. La mostra al PAN č prolungata fino al 29 agosto. I pass per la rassegna sono disponibili il giorno stesso della proiezione presso la biglietteria del Cinema Metropolitan.

La manifestazione, organizzata dall'associazione culturale Hde, č curata dall'architetto Francesca di Transo ed č promossa dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, con il Patrocinio del Sindaco di Napoli. Ha il sostegno dell'Istituto Banco di Napoli - Fondazione ed č realizzata in collaborazione con la Film Commission della Regione Campania, la Fondazione Premio Napoli e il Napoli Film Festival.

MOSTRA DI FOTOGRAFIE DALL’ARCHIVIO MONICELLI E MOSTRA DI RAP
Palazzo delle Arti di Napoli, via de’Mille 60, Napoli

RASSEGNA CINEMATOGRAFICA
Cinema Metropolitan (sala 4), via Chiaia 149, Napoli


PROGRAMMA DELLA RASSEGNA
Sabato 4 ore 20.30 - Speriamo che sia femmina (Italia, 120’, 1986)
Domenica 5 ore 20.30 - Vicino al Colosseo... c'č Monti (Italia, 22’, 2008); I Sentieri della Gloria. In Viaggio con Mario Monicelli sui Luoghi della Grande Guerra di Gloria DeAntoni (Italia, 43’, 2005); Monicelli. La Versione di Mario A.A.V.V. (Italia, 83’, 2012)
Lunedě 6 ore 20.30 - I soliti ignoti (Italia, 102’, 1958)
Martedě 7 ore 20.30 - Risate di gioia (Italia, 106’, 1960)
Mercoledě 8 ore 20.30 - I compagni (Italia, 128’, 1963)
Giovedě 9 ore 20.30 - L'armata Brancaleone (Italia, 120’, 1966)

05/07/2015, 20:15