Meno di 30
I Viaggi di Robi

FILM IN TV - I Consigli di cinemaitaliano per venerdì12


Totò, il compleanno di Dino Risi e l'Orso d'Argento a Mario Monicelli. Steno ci racconta con Alberto Sordi "Un Americano a Roma". Dario Argento in seconda serata


FILM IN TV - I Consigli di cinemaitaliano per venerdì12
Totò su Tv 2000 alle 21,10
Raitre (canale 3) ore 10.00

"La regina di Saba"

1952. Durata: 98’, regia di Pietro Francisci, con Leonora Ruffo, Gino Cervi, Gino Leurini, Franco Silva

Trama: Il figlio di Salomone conquista, sotto mentite spoglie, la sua acerrima nemica, la regina di Saba. Quando la donna lo scopre minaccia di far scoppiare una guerra.

Commento: Uno dei tanti film del filone storico leggendari molto in voga all’epoca. In questo campo il regista Claudio Francisci è stato un vero e proprio maestro. Anni dopo, infatti, avrebbe dato il via al ciclo dedicato a Ercole e altri uomini forzuti. Film godibile, ma dimenticabile.

Curiosità: La colonna sonora della pellicola è firmata dal noto compositore Nino Rota.

Tv 2000 (canale 28) ore 21.10

"Totò story"

1968. Durata: 90’, con Totò

Trama: Realizzato dopo la morte di Totò, il film è un montaggio degli spezzoni di alcuni dei film più famosi interpretati dall’attore napoletano.

Commento: Un tributo all’interprete partenopeo che contiene alcune delle scene più esilaranti del suo cinema. Una pellicola tutta da gustare.

Curiosità: Il film è introdotto da una breve presentazione di Mario Castellani, la spalla più famosa di Totò.

La7 (canale 7) ore 22.40

"Un americano a Roma"

1954. Durata: 94’, regia di Steno, con Alberto Sordi, Maria Pia Casillo, Carlo Delle Piane, Ilse Petersen

Trama: Nando Mericoni è un romano che rimpiange di non essere nato in America. Ripudia, senza riuscirci, gli spaghetti per lo yogurt, guarda solo film statunitensi e combina molti guai.

Commento: Il personaggio di Nando Mericoni, apparso per la prima volta nel film sempre diretto da Steno “Un giorno in pretura”, diventa protagonista di un lungometraggio tutto suo. Il film è una critica all’Italia del Dopoguerra eccessivamente affascinata dal mito americano, conosciuto grazie al cinema e ai fumetti. Si ride tanto grazie allo straordinario talento comico di Alberto Sordi, protagonista di alcune scene entrate di diritto nella storia del cinema italiano.

Curiosità: In una scena appare una giovanissima e allora sconosciuta Ursula Andress.

Rai 5 (canale 23) ore 22.40

"Una bella vacanza: buon compleanno Dino Risi!"

2006. Durata: 65’, regia di Francesca Molteni

Trama: Realizzato nel 2006 in occasione del novantesimo compleanno di Dino Risi, scomparso due anni più tardi, il documentario, che si avvale di immagini di repertorio e interviste a colleghi e amici, ripercorre la vita privata e professionale del regista, dal Dopoguerra ai primi anni del Duemila.

Commento: Dino Risi con i suoi film ha saputo raccontare decenni di storia d’Italia. Il documentario è un omaggio al grande maestro di cinema e racconta anche alcuni lati inediti della sua vita. Consigliato in particolar modo ai più giovani in modo tale che possano conoscere meglio e apprezzare uno dei più grandi registi italiani.

Curiosità: Tra gli intervistati figura anche il regista Martin Scorsese, grande estimatore di Dino Risi.

Rete 4 (canale 4) ore 23.15

"Nonhosonno"

2000. Durata: 118’, regia di Dario Argento, con Max von Sydow, Stefano Dionisi, Chiara Caselli, Gabriele Lavia

Trama: Torino. Dopo sedici anni un serial killer torna a colpire. Sulle sue tracce ci sono l’ex commissario Moretti e Giacomo, il figlio di una delle vittime.

Commento: Dario Argento torna al thriller strizzando l’occhio ai successi del suo passato. I colpi di scena, così come i numerosi omicidi, ci sono, ma se si pensa a “Profondo Rosso” non si può fare a meno di essere colpiti dalla nostalgia.

Curiosità: La “Filastrocca del fattore” usata nella pellicola è scritta da Asia Argento, figlia del regista.

Sky Cinema Classics (canale 315) ore 19.15

"Padri e figli"

1957. Durata: 92’, regia di Mario Monicelli, con Vittorio De Sica, Marcello Mastroianni, Lorella De Luca, Antonella Lualdi

Trama:

Commento: La difficoltà di due generazioni nel parlarsi, la struttura familiare che inizia a cambiare, i problemi della borghesia: c’è tutto questo nel film di Mario Monicelli, che si conferma maestro nel saper raccontare, e in qualche modo anche anticipare, i cambiamenti sociali dell’Italia attraverso la commedia. Da vedere.

Curiosità: Il film valse a Mario Monicelli l’Orso d’Argento per la Miglior Regia al Festival di Berlino del 1957.

Premium Emotion (canale 312) ore 0.30

"Il grande sogno"

2009. Durata: 101’, regia di Michele Placido, con Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Luca Argentero, Massimo Popolizio

Trama: 1968. A Roma si intrecciano le vicende di Nicola, poliziotto appassionato di recitazione, di Laura, ragazza di estrazione cattolica che prende parte alle contestazioni, e di Libero, leader del movimento studentesco.

Commento: Michele Placido prende spunto dalla sua giovinezza: l’attore e regista infatti prima di intraprendere la carriera artistica era un poliziotto che prese anche parte agli scontri di Valle Giulia, per raccontare il 1968. Qualche difetto qua e là ma il film si lascia comunque seguire.

Curiosità: Se, come detto, il personaggio di Nicola, interpretato da Riccardo Scamarcio, è ispirato alle esperienze giovanili di Michele Placido, quello di Laura, alla quale presta il volto Jasmine Trinca, prende spunto dalle reali vicende della sorella del cosceneggiatore Angelo Pasquini.

12/06/2015, 07:40

Niccolò Di Francesco