I Viaggi Di Roby

CINEMA FRANCESE - "Rendez Vous" con qualche italiano


Il meglio del cinema francese a Roma dall'8 al 12 aprile. Tra gli italiani Asia Argento, Franco nero e Valeria Bruni Tedeschi. Italia mercato importante


CINEMA FRANCESE -
Un'immagine di "The Fighters - Addestramento di vita"
Ledizione 2015 di Rendez Vous, a Roma dall8 al 12 aprile si presenta con una selezione di film che invitano a guardare alla culla della creativit come via duscita dalla crisi, e ci fanno credere in un nuovo futuro, rivela Vanessa Tonnini, direttrice artistica del Festival
Uniniziativa dell'Ambasciata di Francia, in sinergia con la Casa del Cinema di Roma, Accademia di Francia-Villa Medici, e il Maxxi, che come ogni anno propone un viaggio attraverso le storie e i volti del cinema francese contemporaneo. In sostanza tra accostamenti audaci di generi, titoli popolari, commedie originali, e nuove tendenze del cinema, i titoli della rassegna rispecchiano lidea di una cinema di frontiera se per frontiera si intende un luogo di passaggio che sia temporale, di identit, di crescita personale.

Madrina della manifestazione, la pi magica delle donne magiche di Truffaut, Fanny Ardant che arriva a Roma per aprire la festa del cinema francese con Chic!, una commedia romantica sul mondo della moda, firmata da Jrme Cornuau. Lattrice presenter poi nel corso della manifestazione il suo secondo film da regista, Cadences Obstines, un racconto lirico e pittorico che intreccia arte e passione con Asia Argento, Franco Nero e Grard Depardieu.

Focus sul cinema militante con il regista marsigliese Robert Gudiguian che presenta al pubblico romano, Au fil dAriane, una fantasia, un racconto onirico, un inno alla libert sfrontata della creazione dedicato ad Ariane Ascaride, musa e compagna. E sempre cinema militante con Romain Goupil che dopo il successo di Tutti per Uno! torna in Italia per presentare - in anteprima nazionale - Les Jours venus, interpretato tra gli altri da Valeria Bruni Tedeschi, un film-autoritratto dal tono intimo, implacabile, fortemente autoironico, che compone un album familiare, sociale e politico di un'epoca indagata con grazia e leggerezza. Ancora, Lucas Belvaux, inventore di un cinema umanista di indagine sociale, questa volta si cimenta con ladattamento di un bel romanzo di Philippe Vilain, Pas son genre | Sar il mio tipo?, e Cdric Kahn che con Vie sauvage porta sullo schermo un fatto di cronaca che sconvolse la Francia, l'Affaire Fortin.

Non poteva mancare la commedia, genere a cui il cinema francese deve molta parte del suo al botteghino nazionale e oltre confine. Cos si attende il ritorno del formidabile duo, campione dincasso con Quasi amici, ric Toledano e Olivier Nakache che con Samba raccontano la Parigi dei sans papier. Unesclusiva per lItalia di Italian International Film e in collaborazione con Rai Cinema, distribuito da 01 Distribution.
E mentre in Italia solo ultimamente si assiste alla rinascita del cinema al femminile, in Francia una tendenza consolidata da tempo, aggiunge Vanessa Tonini. Con La Cour de Babel, di Julie Beruccelli, distribuito da Kitchen Film, la regista francese sfida molti dei preconcetti su scuola, religione e integrazione.

Spazio anche ai giovani autori, capaci di recuperare i canoni della narrazione. Thomas Cailley presenter il suo primo lungometraggio, Les Combattants | The Fighters - Addestramento di vita, distribuito da Nomad Film. Per il suo esordio, il pluripremiato regista, tre premi alla Quinzaine des Ralisateurs del Festival di Cannes (Label Europa Cinemas, SACD, Art Cinma Award), sceglie la commedia militare romantica e irresistibilmente divertente per raccontare una storia dove lamore disarma e la sopravvivenza passa attraverso la solidariet.

Insomma, un programma intenso che mischia i generi cinematografici pi variegati, a conferma dellottimo stato di salute del cinema francese in forte espansione nei mercati esteri.

LItalia, con 36 milioni di incassi nel 2014, ormai diventato il quarto mercato mondiale dopo i successi di Belle & Sebastien (1,2 milioni di spettatori) e La bella e la bestia (800 milioni).

05/04/2015, 18:12

Monica Straniero