Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi

TENIAMOLI D'OCCHIO - Gli autori si fanno esercenti


Presentata alla Casa del Cinema la seconda edizione di Teniamoli d'occhio 7 autori per 21 proiezioni, iniziativa promossa dall'associazione culturale indipendente La rete degli spettatori con il contributo della Regione Lazio e il patrocinio della Roma Lazio Film Commission. Anche per questo secondo anno, l'obiettivo quello di promuovere i film italiani di qualit e l'incontro tra autori e pubblico. Dal 25 novembre al 12 dicembre.


TENIAMOLI D'OCCHIO - Gli autori si fanno esercenti
L'idea nata dalla difficolt dello spettatore nella fruizione di determinati film e quindi anche nel conoscerne l'autore - ha spiegato Claudio Storani, organizzatore della manifestazione - Noi sosteniamo la diffusione di venti film e abbiamo molti rapporti con gli autori a cui abbiamo proposto di fare gli esercenti. Abbiamo scelto sette autori a cui abbiamo deciso di dar spazio, soprattutto nelle piccole cittadine laziali.
Dal 25 novembre fino al 12 dicembre, infatti, Antonio Agugliaro, Michele Alhaique, Edoardo De Angelis, Guido Lombardi, Vittorio Moroni, Francesco Munzi e Giovanni Piperno saranno esercenti per un giorno. I cinema che hanno aderito al progetto sono disolcati sul territorio laziale. Ognuno accoppiato ad un autore e vedr la proiezione di tre titoli: il primo rappresenta quello che ha pi ispirato il regista; il secondo quello che, secondo il medesimo, ogni spettatore dovrebbe vedere almeno una volta nella vita; il terzo, infine, il film dell'autore stesso.

Il primo appuntamento con Teniamoli d'occhio , appunto, il 25 novembre, presso il Multisala Politeama di Frascati: l'attore "Michele Alhaique" presenter il suo esordio alla regia "Senza nessuna piet", "Risate di gioia" di "Mario Monicelli" e "Un sapore di ruggine e ossa" di Jacques Audiard.
Seguiranno i successivi eventi: 28 novembre il FilmStudio di Roma ospiter il documentario di Giovanni Piperno "Le cose belle", Frankenstein junior di Mel Brooks e Ninotchka di Ernest Lubitsch; mercoled 3 dicembre Edoardo De Angelis al Multisala Moderno di Rieti presenter il suo noir "Perez", Carlito's way di Brian De Palma e Edward mani di forbici di Tim Burton; gioved 4 dicembre Francesco Munzi al Cinema Trento di Viterbo con il suo "Anime nere", I 400 colpi di Francois Truffaut e Quei bravi ragazzi di Martin Scorsese; mercoled 10 dicembre, nuovamente al FilmStudio di Roma, con Guido Lombardi e il suo "Take Five", American Beauty di Sam Mendes e Le mani sulla citt di Francesco Rosi; gioved 11 dicembre Antonio Agugliaro presso la sala Buonarroti di Civitavecchia presenter il suo documentario "Io sto con la sposa", Roma citt aperta di Roberto Rossellini e Harry a Pezzi di Woody Allen. Infine, ultimo appuntamento venerd 12 dicembre con Vittorio Moroni, al Cinema Palma di Trevignano con "Se chiudo gli occhi non sono pi qui", Barry Lyndon di Stanley Kubrick e In the mood for love di Wong Kar-wai.

L'avvicinamento degli spettatori agli autori emergenti in quelle piccole sale del Lazio che ogni giorno, da anni, promuovono e sostengono la cultura cinematografica , dunque, l'intento principale de La rete degli spettatori che, secondo l'Assessore Lidia Ravera, rappresenta un valido contributo all'educazione del pubblico: La rete degli spettatori mi piace. Si tratta di spettatori qualificati, con livelli di competenza che segnalano che quel film va visto. Trovo grave che non arrivi un'offerta plurale nel resto del Lazio, rispetto a Roma. Noi stiamo lottando per riaprire teatri e cinema, con lavori di restauro per avere infrastrutture nel Lazio.
Teniamoli d'occhio un'iniziativa coraggiosa. Chiedere ad un autore di presentare un film che stato importante per lui, insieme ad un altro che va visto, vuol dire far conoscere la sua poetica, portando due film importanti, e quindi pescando all'indietro nella nostra storia per permettere alla passione di appassionare anche gli altri.

18/11/2014, 16:40

Margherita Pucello