TersiteFilm
!Xš‚‰

VENEZIA 71 - Alle Giornate degli Autori è tempo di premi


VENEZIA 71 - Alle Giornate degli Autori è tempo di premi
Sarà una giornata all’insegna delle premiazioni quella di domani, venerdì 5 settembre, alle Giornate egli Autori. Per il primo anno saranno infatti decretati i due film vincitori, rispettivamente, del Premio del Pubblico BNL determinato dal voto degli spettatori e il premio Venice Days Award, scelto da una giuria di 28 giovani partecipanti al campus “28 volte cinema” presieduta dal regista argentino Diego Lerman, che consiste in un premio in denaro (20.000 euro) ed un’opera in vetro soffiato offerta e creata dalla vetreria artistica Seguso di Murano. Il Premio del Pubblico BNL sarà consegnato dal Presidente di BNL Gruppo BNP Paribas, Luigi Abete.

Per la prima volta nella storia dei festival di cinema, la delibera della giuria sarà resa pubblica tramite la diretta streaming della riunione finale in programma dalle 11 alle 12.30, grazie al media partner Fred. La diretta sarà visibile sui siti www.venice-days.com e www.fred.fm.

La cerimonia di consegna dei due premi si svolgerà alle ore 19.30 presso la Villa degli Autori (ingresso libero).

A seguire, verrà annunciato il film vincitore del Label Europa Cinemas, scelto da una giuria di gestori di sale del circuito Europa Cinemas, tra la rosa di film europei delle sole Giornate e il Premio Fedeora, premio assegnato da critici europei e provenienti da paesi che si affacciano su Mediterraneo tra i titoli della Mostra del Cinema, delle Giornate degli Autori e della Settimana della Critica.

La penultima giornata di festival parte alle ore 17 (Sala Perla), con l’anteprima mondiale dell’atteso "Patria" del regista Felice Farina, che ripercorre in una notte gli ultimi trent’anni della storia d’Italia attraverso gli occhi di tre lavoratori di una fabbrica, confinati in una torre a trenta metri di altezza da cui uno dei protagonisti minaccia di lanciarsi.

"Ho tradito le forme del documentario con un esperimento" - spiega Farina - "inseguendo la memoria di un film amato, che è Hiroshima mon amour di Resnais: quel modo di legare i frammenti di repertorio allo svolgersi di un racconto presente, quel fonderli in una sola cosa sincronizzando le emozioni della Storia a quelle dell'azione scenica. Il risultato" - prosegue il regista - "è indefinito come l'oceano di ombre e luci della memoria".

Il film è tratto dall’omonimo libro di Enrico Deaglio, che sarà al Lido assieme agli interpreti Francesco Pannofino, Roberto Citran, Carlo Giuseppe Gabardini.

Tra gli eventi collaterali, alle ore 15 (Villa degli Autori), si terrà l’incontro Premio Lux parlamento Europeo, alla presenza di Silvia Costa (Presidente della Commissione Cultura al Parlamento europeo), Doris Pack (Coordinatore Premio Lux).

Alle ore 17, sempre alla Villa degli Autori, saranno annunciati i vincitori del premio Bookciak, Azione! concorso dedicato all'incontro tra cinema e letteratura, promosso da Bookciak, la piattaforma italiana che mette in contatto i mondi dell'editoria, del cinema e dell'audiovisivo, in collaborazione con le Giornate degli Autori. A seguire saranno consegnati il premio Queer Lion Award, al miglior film a tematica queer (tra una selezione di titoli della Mostra, delle Giornate e della Sic) e il Premio Lina Mangiacapre.

04/09/2014, 16:43