CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

Note di regia de "La Voce"


Note di regia de
«Ho cercato di raccontare una storia dove la vicenda legata all´azione, al thriller, al noir, lasciasse comunque spazio all´approfondimento psicologico, anzi psichico del personaggio. [...] L´imitazione delle voci attraverso l´uso del telefono, in un momento in cui sulle intercettazioni telefoniche si basa gran parte delle indagini e gran parte dell´interesse e della curiosità mediatica, mi pare di una certa attualità, così come mi pare di forte contemporaneità la tragedia esistenziale di un imitatore che diventando "gli altri", non riesce più a ritrovare "se stesso"».

[Augusto Zucchi]