OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby

GOD SAVE THE GREEN - Un atto d'amore per la terra


GOD SAVE THE GREEN - Un atto d'amore per la terra
Il documentario racconta sette ambienti nei quali luomo riuscito a riappropriarsi del territorio e della terra per coltivare. Sono gli spazi di verde necessario rubati alla metropoli. "God Save the Green" un viaggio nelle periferie di Berlino, Nairobi, Teresina, Torino, Bologna, Londra, Casablanca per comprendere che anche nel cemento e nella metropoli si pu trovare lo spazio giusto per ritrovare la natura. Con uno stile molto accattivante, accompagnato dalla musica di Massimo Zamboni e dalla voce recitante di Angela Baraldi, "God save the green" pu essere inserito nel genere dei documentari sulla coscienza ambientale e sugli stili di vita alternativi/eco solidali.

Il film di Michele Mellara ed Alessandro Rossi un atto di amore per quella cosa che ogni giorno calpestiamo e che non apprezziamo abbastanza: la terra. La struttura narrativa del documentario presenta una sequenza di vari personaggi ripresi ed intervistati in diverse parti del mondo, uniti dallattivit di coltivazione in spazi urbani. Il ritmo del film rallentato da un eccessiva presenza di interviste e forse da una sovrabbondanza di personaggi e di pratiche di coltivazione. Si ha come limpressione che nessuna delle soluzioni di coltivazione poste nel film venga approfondita e guardata con attenzione ma che venga solo sfiorata in piccoli capitoli a se stanti. Il tema della coltivazione in spazi alternativi non del resto nuovo per il documentario ed stato gi affrontato in autoproduzione con prove filmiche molto pi curate ed attente ad argomenti tecnico scientifici. La voce fuori campo della Baraldi teatralizza dei testi spesso banali e scontati, cercando di fare da collante tra storie un po deboli dal punto di vista cinematografico e visivo.

01/06/2013, 17:20

Duccio Ricciardelli