I Viaggi Di Roby

Dal 18 al 20 aprile a Firenze la quinta edizione di FilmSpray


Dal 18 al 20 aprile a Firenze la quinta edizione di FilmSpray
Father
Dal 18 al 20 aprile i film invisibili prodotti in Italia ed esclusi dai circuiti distributivi tornano protagonisti con la 5ª edizione di ‘Film Spray’, rassegna cinematografica ideata e realizzata dall’Istituto Lorenzo de’ Medici di Firenze in collaborazione con la New Gold Entranteinment, casa di produzione e distribuzione internazionale guidata da Serena Lastrucci, e con il Dipartimento di Cinema dell'Università di Firenze.

I 5 titoli in concorso insieme ad un evento speciale saranno proiettati, come da tradizione, oltre che a Firenze alla Chiesa di San Jacopo in Campo Corbolini (via Faenza, 43) alla presenza di tutti i registi, anche nelle carceri di Rebibbia e Sollicciano, confermando così il Festival come l’unico a varcare le porte degli istituti penitenziari. Prima dell’inizio delle proiezioni (ore 16.30) e negli intervalli sarà inoltre dato spazio ai cortometraggi degli studenti della NABA (Nuova Accademia di Belle Arti) di Milano (www.naba.it).

Il via il 18 aprile alle ore 17.30 con la proiezione di "Ulidi piccola mia" in cui Matteo Zoni racconta il disagio sociale di un’adolescente, a cui segue un dibattito in collaborazione con l'Ass. “Incontriamoci sull'Arno” di Massimo Niccolai. Dalle 20, la prima serata sarà dedicata all’anteprima assoluta di "Father" alla presenza del regista Pasquale Squitieri e dell’attore Andrea Fachinetti, nel cast con Franco Nero e Claudia Cardinale nel racconto della drammatica storia delle bugie di un padre nel mirino della mafia.

Venerdì 19 (ore 17.30) si prosegue con "Ultimo carico" di Giuseppe Ferlito, storia di un professore ottantenne che decide di dare una svolta; e con "L'ultima foglia" recentissima pellicola a firma di Leonardo Frosina sulla relazione di coppia tra una musicista e un metronotte.

La giornata finale, sabato 20, parte alle 17 con la proiezione del film nuovo di zecca "Carta Bianca" di Andrés Arce Maldonado e Andrea Zauli con protagonisti un tunisino amante dei libri, una badante moldava e un’imprenditrice romana sullo sfondo di Roma nella notte alla vigilia di San Valentino. Segue "Quell'estate" di Guendalina Zampagni, film ambientato nel 1981 nel Grossetano che vede Alessandro Haber e Pamela Villoresi raccontare le vacanze di una famiglia alle prese con la gravidanza inaspettata della figlia ventenne e con l’inizio dell’adolescenza del figlio minore. Infine, alle 20.30, un evento speciale: sul grande schermo arriva infatti “Radici”, film musicale di Carlo Luglio con Enzo Gragnaniello.

Terminate le proiezioni, alle 21.30 avverrà la premiazione del film vincitore della 5ª edizione del Festival e la visione del film documentario, osannato dalla critica, "Fili invisibili" di Andrea Papini. Punti fondanti sono il valore, le difficoltà e la vita della famiglia multietnica in relazione a temi quali la guerra, il conflitto padre-figlio e l’adozione, in uno scenario che va dal Monte Rosa fino all’India.

Altre proiezioni sono previste a Roma, Tuscania, Vicchio di Mugello e Montecatini Terme con un’appendice oltreoceano a New York e a Fort Worth, nel Texas.

16/04/2013, 12:16