FilmdiPeso - Short Film Festival

CIAO ITALIA - La grande fuga, destinazione Berlino


Il documentario di Fausto Caviglia e Barbara Bernardi d voce a numerosi italiani che hanno scelto di lasciare il proprio Paese, approdando in Germania.


CIAO ITALIA - La grande fuga, destinazione Berlino
Sono circa quindicimila gli italiani ufficialmente registrati a Berlino, e molte altre le migliaia approdate per studio o semplicemente non tracciate.
Da qualche anno la capitale tedesca sta diventando per una moltitudine di nostri connazionali una vera e propria seconda patria, un posto dove vivere meglio, un posto dove far valere i propri diritti.

Partendo da questo sempre pi diffuso fenomeno migratorio, Fausto Caviglia e Barbara Bernardi hanno dato vita al documentario "Ciao Italia. Storie di Italiani a Berlino".

Costruito alternando una serie di interviste a vere e proprie fotografie in movimento della citt, il doc si rivela un'attenta e precisa inchiesta sociologica, volta ad individuare le diverse ragioni che portano gli italiani a subire il "richiamo di quella grande citt".

Che si tratti di un giovane padre di famiglia, di una ragazza in cerca di lavoro, di un ex editore ora impegnato nell'associazionismo o di un quarantenne in carriera, l'idea di base sembra non mutare: c' un grande bisogno di un posto dove non doversi vergognare di essere onesti, dove poter credere nella meritocrazia, e Berlino sembra essere il posto giusto.

Una chitarra, spesso troppo invasiva, accompagna i racconti di questi nuovi "tedeschi d'adozione", partiti alla volta della Germania come degli esuli, che sembrano non avere intenzione di rientrare in patria. A meno che qualcosa non cambi per davvero. Perch "Ciao Italia" possa rimanere solo un arrivederci e non un pesante addio.

Il film, prodotto da Monsieur Cheville e Alberto Osella, uscir in sala mercoled 30 gennaio.

25/01/2013, 22:47

Antonio Capellupo