I Viaggi Di Roby

TFF30 - I premi collaterali


TFF30 - I premi collaterali
PREMIO FIPRESCI
La Giuria composta da Maria Oleksiewicz (Polonia), Holger Römers (Germania) e Bruno Torri (Italia) assegna il Premio Fipresci 2012 Miglior film di Torino 30 a: SHELL di Scott Graham (UK, 2012, 87’)

PREMIO SCUOLA HOLDEN
La Giuria composta dagli allievi del Corso biennale di scrittura e story-telling assegna il premio Miglior sceneggiatura di Torino 30 a: SHELL di Scott Graham (UK, 2012, 87’)
Motivazione: Sulle Highlands ventose, una figlia e un padre si confrontano con le loro solitudini delicate, morbose, silenziose e fragili. Un film sul disagio, sui corpi e l’abbandono. Un guscio/shell che si apre alla libertà.

PREMIO ACHILLE VALDATA
La Giuria composta da 10 lettori di “Torino Sette” assegna il premio Miglior film di Torino 30 a: I. D. di Kamal K. M. (India, 2012, 90’)
Motivazione: Per la capacità dell’autore di denunciare il dramma dell’indifferenza nella società moderna.

PREMIO AVANTI!
La Giuria del Premio AVANTI (Agenzia Valorizzazione Autori Nuovi Tutti Italiani) composta da Fiammetta Girola, Davide Lantieri e Veronica Maffizzoli ha visionato i film delle sezioni Italiana.doc e Italiana.corti. Propone, quindi, per la distribuzione nel circuito culturale curata da Lab 80 film, il seguente film: FATTI CORSARI di Stefano Petti e Alberto Testone (Italia, 2012, '79)
Motivazione: Per la capacità di raccontare con uno sguardo insolito il percorso umano di un personaggio fuori dagli schemi, che rincorre le sue aspirazioni artistiche senza paura di confrontarsi con un autore complesso come Pasolini.

PREMIO UCCA – VENTI CITTA’
La giuria nazionale UCCA (Unione Circoli Cinematografici Arci) composta da Greta Barbolini (UCCA nazionale), Maria Luisa Brizio (ARCI Torino), Giordano Guala (Arci Valle Susa), Domenico Simone (ARCI Catania) e Antonio Borrelli (ARCI Napoli), assegna il premio, che consiste nella distribuzione del film vincitore del concorso Italiana.doc in almeno venti città presso circoli e sale associate all’UCCA a: LA SECONDA NATURA di Marcello Sannino (Italia, 2012, 58’)
Motivazione: Per il delicato approccio alla figura dell'avvocato-filosofo, in lotta incessantemente, da oltre mezzo secolo, per tutelare e promuovere un'idea di Cultura fondata sulla conoscenza, il pensiero e il dialogo, attraverso cui educare le giovani generazioni. E per la capacità di suscitare un'emozione autentica, coinvolgendo lo spettatore in una riflessione sull'etica pubblica quanto mai necessaria ed attuale in un'epoca segnata dal tradimento dell'interesse popolare.
Menzioni Speciali a: PARALLAX SOUNDS di Augusto Contento (Francia / Germania / Finlandia, 2012, 95’)
Motivazione: Per la qualità cinematografica del documentario e il tema musicale trattato in maniera tale da riuscire a parlare della città nella sua complessità e in particolar modo per la capacità di illustrare un modo di fare cultura diverso e alternativo rispetto a quello dello star system e dell'industria culturale riappropriandosi di spazi e relazioni sociali.
e a: NADEA E SVETA di Maura Delpero (Italia, 2012, 62’)
Motivazione: Un delicato affresco di storie di “ordinaria immigrazione” nel nostro Paese, capace di trasmetterci emozioni, tensioni, incertezze, vissute dalle due protagoniste nella loro quotidianità.

PREMIO GLI OCCHIALI DI GANDHI
Assegnato dal Centro Studi “Sereno Regis” (Torino), la cui Giuria è composta da Sandra Assandri, Franca Balsamo, Giorgio Barazza, Dario Cambiano e Paolo Candelari assegna il Premio Gli Occhiali di Ghandi al film che meglio interpreta la visione gandhiana del mondo (€ 1.500 messi a disposizione dalla Fondazione Bottari Lattes) a: LA CHICA DEL SUR di José Luis Garcia (Argentina, 2012, 93’)
Motivazione: Per aver colto il valore esemplare ed educativo di un'azione non violenta individuale, per aver documentato come un gesto quotidiano, quale un semplice passo, riesca ad incrinare le barriere ideologiche, per il merito del regista di aver saputo rinunciare con umiltà alle proprie aspettative, rispettando le resistenze della persona intervistata e tutelandone la fragilità.
Assegna inoltre due Menzioni Speciali a: COULEUR DE PEAU: MIEL di Jung e Laurent Boileau (Francia / Belgio, 2012, 75’)
Motivazione: Per aver manifestato che il conflitto interiore si può risolvere attraverso l'esperienza estetica, evidenziando l'intrinseco rapporto fra arte e non violenza, per aver denunciato come la violenza si insinui perfino nella pratica umanitaria, se non comprende le profonde necessità dell'altro, per aver sottolineato il bisogno universale di radici e di appartenenza.
e a: NO di Pablo Larrain (Cile, 2012, 115’)
Motivazione: Per l'esaltante testimonianza di un'azione popolare non violenta, per aver dimostrato come la risoluzione nonviolenta dei conflitti possa attuarsi mediante la creatività, l'allegria e la propositività dei contenuti veicolati, per aver rivelato che anche uno strumento manipolatorio come la pubblicità possa trasformarsi in mezzo di sensibilizzazione e di consapevolezza.

01/12/2012, 15:19