OFF - Ortigia Film festival
I viaggi di Roby

Paolo Genovese: "Il successo di Immaturi oltre ogni previsione"


Paolo Genovese:
Come e perch nato il progetto di questo nuovo film?
La ragione principale deriva dal fatto che il nostro primo Immaturi aveva ottenuto dei risultati superiori ad ogni aspettativa: quasi 16 milioni di euro di incasso, recensioni positive e soprattutto un alto gradimento da parte del pubblico, testimoniato da lettere e commenti sulla pagina facebook del film che conta circa 30.000 iscritti. I dirigenti di Medusa hanno sollecitato sia me sia il produttore Marco Belardi a pensare ad un sequel e mi sono reso conto subito che un seguito naturale era l a portata di mano: il viaggio della maturit, quella vacanza che i nostri personaggi non avevano fatto venti anni prima. La preoccupazione principale che si ha quando si pensa ad un capitolo successivo di un film di successo quella di poter essere allaltezza del primo soggetto. Per quanto riguarda il luogo delle vacanze del gruppo lidea di base era stata subito quella di scegliere per le riprese un posto tipico da viaggio di maturit: abbiamo compiuto diversi ed accurati sopralluoghi tra Spagna e Grecia, alle isole Baleari, a Minorca, Maiorca, Skiatos e Santorini e alla fine quando ho scoperto lisola di Paros nellarcipelago delle Cicladi me ne sono innamorato a prima vista, aveva concentrate tutte le caratteristiche che stavamo cercando.

Che cosa si racconta in questa nuova storia?
Il punto di partenza che per ogni maturit raggiunta ce n sempre unaltra da conquistare, magari credi di esserti evoluto per certi aspetti ma poi ti imbatti in occasioni sempre nuove per dimostrare se sei diventato maturo o no. Dopo le vicende raccontate nel primo film ogni personaggio questa volta ha lopportunit di confrontarsi con nuove situazioni di crescita in una serie di storie diverse. Giorgio (Raoul Bova) e Marta (Luisa Ranieri) sembrano dar vita ad una coppia perfetta ma dovranno confrontarsi con un tradimento e con tutto quello che un evento simile pu scatenare in una coppia, a maggior ragione se aspetta un bambino... Giorgio arriva sullisola insieme a Lorenzo (Ricky Memphis) con un giorno di anticipo rispetto agli altri amici: in quella prima sera di inconsueta e spensierata libert i due incontrano due ragazze spagnole in vacanza (Aurora Cossio e Rocio Muoz) e, complice qualche bicchiere di troppo, cedono alle loro lusinghe: Lorenzo resiste e sceglie in extremis di non tradire la sua compagna Luisa (Barbora Bobulova) in arrivo a Paros, (ma subito dopo, divorato dal senso di colpa, sente il bisogno di confessare tutto comunque); per Giorgio sar diverso e cercher di sorvolare ad ogni costo sullaccaduto della serata. Una volta raggiunti dalle rispettive compagne i fedifraghi per una notte faranno di tutto per evitare di incontrare le ragazze spagnole ma alla fine verranno scoperti, anche se in modo diverso da come si poteva immaginare. Piero (Luca Bizzarri) sempre stato uno sciupafemmine impenitente, un Peter Pan che non vuol crescere, al punto da inventarsi regolarmente una moglie ed un figlio inesistenti per tenere alla larga le donne desiderose di un legame stabile. Quasi per nemesi incontrer sullisola il suo omologo al femminile, Gloria (Francesca Valtorta), unaffascinante ragazza che dopo un primo focoso incontro con Piero, tende ad allontanarlo: per una sorta di legge del contrappasso sar lui a innamorarsi di questa donna che lo rifiuta. Piero era partito alla volta di Paros perch voleva vivere in libert la sua vacanza e pur di lasciare a casa la neo fidanzata Sonia (Lucia Ocone) ha rinnovato il collaudato pretesto di un presunto figlio con cui condividere il viaggio, ma quando la sua nuova storia damore sullisola inizia a svilupparsi seriamente irrompe in scena la fidanzata giunta per riconquistare il terreno perduto. Virgilio (Paolo Kessisoglu) arriva sul luogo delle vacanze subito dopo esser stato lasciato dalla moglie e dopo aver instaurato con una sconosciuta un coinvolgente rapporto via sms nato per un equivoco. Per cercare di aiutarlo a conquistare la misteriosa messaggiatrice con costanti consigli strategici sar al suo fianco Eleonora (Anita Caprioli), fino a quando a un certo punto lautrice dei messaggi non decider di piombare allimprovviso a Paros per conoscere Virgilio che intanto si innamorato, ricambiato, di Eleonora: la donna porta con s per un segreto che la tormenta e che ostacoler il loro nuovo rapporto. Francesca (Ambra Angiolini) rappresenta in qualche modo il trait-dunion dellintera comitiva. Dopo aver risolto i suoi problemi con il gruppo decide di riaprirsi alla vita e aspira a condividere con gli amici tutto quello che non ha fatto nel corso di tanti anni, una persona che investe tutto sul consolidamento dellamicizia ritrovata, al punto di scegliere di lasciare a casa il neo fidanzato (Alessandro Tiberi) per essere pi libera. Francesca cerca di organizzare gite in gommone, cene, feste e cos via ma dovr scontrarsi con la realt: mentre a diciottanni contano soltanto o soprattutto gli amici, a quaranta - invece - il gruppo inizia a scomparire per lasciare posto alle singole individualit, ognuno ha i suoi problemi personali da risolvere o da nascondere e le occasioni collettive passano in secondo piano. Lorenzo, raggiunto sullisola dalla fidanzata Luisa (Barbora Bobulova) divorato dal senso di colpa, ansioso e impegnato ad evitare le ragazze spagnole ogni volta che stanno per apparire; confesser la sua serata alla fidanzata, ma poi veramente cos innocente? Un ulteriore sviluppo di questa vicenda arriva con lingresso in scena del padre di Lorenzo (Maurizio Mattioli) che - una volta appreso che il figlio ha dimenticato a casa lanello di fidanzamento da consegnare a Luisa - salta sul primo aereo per consegnarglielo di persona a Paros, terrorizzato che i due si possano lasciare per qualsiasi motivo.

Come si rapportato questa volta con i suoi attori?
Conoscendo i personaggi stato da subito tutto pi semplice, ad esempio quando scrivevo i ruoli per Ricky Memphis e Raoul Bova mi venivano fuori spontaneamente i modi di parlare e di pensare di uno e dellaltro, avendone scoperto le diverse caratteristiche; le battute e la comicit erano sperimentate e sapevo dove andare. I due caratteri che ho dovuto reinventare e riscoprire da vicino sono stati invece quelli di Virgilio e di Eleonora per Paolo Kessisoglu ed Anita Caprioli che nel primo film arrivavano in scena molto dopo gli altri.

Quali momenti particolari le sono rimasti pi impressi nella memoria?
A met ottobre siamo andati via da Paros tutti con il magone, con la sensazione comune che parallelamente al nuovo film in realt noi del cast, della troupe e della produzione, senza volerlo avevamo compiuto un viaggio della maturit, non solo lavorando tutti con una dedizione, un affetto e un calore verso il progetto davvero rari, ma incrociando anche i nostri percorsi fuori dal set, andando al mare insieme, giocando a calcio, cementando amicizie e solidariet: abbiamo vissuto tre mesi come in una piccola comunit, abbiamo creato una sorta di microcosmo a parte che sar difficile dimenticare.

Che rapporto si instaurato con lisola e con la gente locale?
La sceneggiatura era piuttosto solida e quando sono partito per i primi sopralluoghi a maggio avevo le idee chiare, ma il luogo mi ha suggerito dinamiche nuove e me le ha chiarite meglio. Una volta sul set, poi, abbiamo dovuto affrontare alcune difficolt oggettive come il vento forte e la presenza massiccia di turisti che poi si sono diradati da met settembre; logisticamente la situazione non era semplice ma non c stato niente di particolarmente oneroso. Il porto di Naussa si trasformato presto in un teatro di posa, abbiamo avuto tutto a disposizione come volevamo, la popolazione locale ci ha accolti a braccia aperte ed stata sempre molto collaborativa, anche perch la nostra presenza ha portato indubbiamente nuovi lavori e guadagni per lisola. Voglio sottolineare che produttivamente non c mancato niente, sia Medusa che il produttore Marco Belardi ci hanno dato tutto quello che ci serviva.

Come giudica il film a fine lavorazione, si sente soddisfatto?
Sono molto contento, venuto fuori come lavevo pensato e come lho voluto strada facendo. Il primo Immaturi grazie al passaparola positivo ha coinvolto un po tutte le fasce di pubblico: i ragazzi impegnati al momento con la maturit o che ne erano appena reduci, la generazione sui 30-40 anni e i sessantenni che si sono rivisti e ritrovati ricordando la loro giovinezza. Gli ingredienti giusti non sono stati studiati a tavolino: dovevano necessariamente essere gli stessi, ed in realt stata innestata una storia sentimentale seria in un meccanismo di divertimento. Ogni sceneggiatore o regista ha tante storie nel cassetto e penso che se oggi io volessi girare un film diverso me lo farebbero fare perch ho portato dei buoni risultati; finch garantisci gli incassi hai carta bianca e di te si fidano, ma bisogna distinguere quando si parla di commedia, che un termine onnicomprensivo: ci sono commediacce e capolavori assoluti che hanno vinto degli Oscar Il problema quando i produttori pensano basta che faccia ridere senza curare il prodotto, mentre per incassare bisogna fare belle commedie, quelle riuscite si impongono, quelle brutte no...

24/12/2011, 09:00