Festival del Cinema Cittŕ di Spello
I Viaggi Di Roby

Presentata l'undicesima edizione del Festival
del Cinema Indipendente di Foggia


Presentata l'undicesima edizione del Festival del Cinema Indipendente di Foggia
"La politica culturale ‘diffusa’ č la qualitŕ che caratterizza l’XI edizione del Festival del Cinema Indipendente della Provincia di Foggia. Un’edizione speciale, che segna la consacrazione di questa storica rassegna anche nel panorama internazionale attraverso la partnership con l'Écu – The European Independent Film Festival". Cosě Billa Consiglio, vicepresidente della Provincia di Foggia ed assessore alla Cultura, ha aperto la conferenza stampa di presentazione dell’XI edizione del Festival del Cinema Indipendente organizzato dalla Provincia di Foggia ed in programma dal 2 all’8 dicembre 2011.

"L’articolazione di questa XI edizione" – ha affermato l’assessore Consiglio –"si presenta innovativa, con l’estensione delle location che ospiteranno il Festival, che quest'anno ha stretto il suo legame anche con i quattro festival del cinema di Capitanata: Bovino, Manfredonia, Rocchetta Sant’Antonio e San Giovanni Rotondo. Una vera e propria rete dei gemellaggi".

All'incontro con gli organi di informazione hanno inoltre preso parte il presidente dell'Ente Fiera, Fedele Cannerozzi; il mentore del Festival e dirigente dell’Ente, Geppe Inserra; il responsabile spettacoli ed eventi della Provincia, Mario De Vivo e il giornalista Fabio Prencipe, i quali si sono soffermati sul ricchissimo calendario di appuntamenti di grande rilievo che caratterizzeranno l'edizione 2011 del Festival..

Numerosi gli eventi in calendario nell’ambito della manifestazione organizzata dalla Provincia di Foggia, con il contributo della Regione Puglia e dell’Unione Europea, attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale.

Si comincia venerdě 2 dicembre con la proiezione del docu-film “Pasta nera” di Alessandro Piva, che la mattina incontrerŕ gli studenti a Laltrocinema, mentre il pomeriggio interverrŕ, nella Sala del Tribunale di Palazzo Dogana, alle ore 18.00.

Grande attesa per il concerto di Luis Bacalov, Premio Oscar nel 1996 per la migliore colonna sonora con il film “Il postino”, in programma sempre venerdě 2 dicembre, al Teatro del Fuoco, alle 21.00. Il musicista argentino č uno dei piů importanti compositori al mondo di musica da film: ha collaborato con i grandi registi del cinemaitaliano, da Fellini a Pasolini, da Damiani a Scola, contribuendo a rendere indimenticabili molte pellicole.

Il Festival del Cinema Indipendente della Provincia di Foggia rende omaggio al Premio Oscar conferendogli un riconoscimento alla carriera e regalando alla Capitanata un concerto del maestro, in vestesia di pianista, sia di direttore. Su musiche dello stesso Bacalov, di Morricone, Villoldo e Gardel, infatti, sarŕ possibile riascoltare le piů belle colonne sonore dei nostri tempi, nell’esecuzione dell’orchestra da camera “Umberto Giordano” di Foggia, con la partecipazione del bando neonista GianniIorio, grande talento della nostra terra.

Altro evento di punta del Festival, l’omaggio a Mario Monicelli, in programma sabato 3 dicembre, al Teatro del Fuoco, alle 21.30, ad ingresso libero. Sarŕ Michele Placido a ricordare ilpadre della commedia all’italiana, a poco piů di un anno dalla sua scomparsa. Insieme al regista e attore, originario di Ascoli Satriano, interverrŕ Marco Cucurnia, giovane filmaker e sceneggiatore genovese, che ha collaborato peroltre dieci anni con il grande regista. Cucurnia presenterŕ il suo docu-film “Mario Monicelli, l’artigiano di Viareggio”, in cui ricostruisce quasi un secolo di storia del nostro paese attraverso le opere e le testimonianze di Monicelli e di molti protagonisti del cinema italiano. Verrŕ proiettato anche un contributo-video realizzato dal Festival, in ricordo di Monicelli, che nel 2005 fu presidente della giuria dei lungometraggi, e mostrň grande attenzione per ilc inema artigianale, spesso autoprodotto, un cinema che defině invisibile ma importante.

L’evento č organizzato in collaborazione con “La Bottega dell’Attore – Teatro Studio Dauno”, Associazione Culturale Indipendente diretta da Pino Bruno.

Gli appuntamenti del Festival proseguiranno con le sezioni in concorso: quindici cortissimi (mini-film di massimo cinque minuti), in proiezione il 2 dicembre, alle 22.30, presso il Moody Jazz Cafč di Foggia. In concorso anche dieci lungometraggi, opere prime, italiane ed europee, in programma a “La Sala Farina”, da sabato 3 a martedě 6 dicembre, con ingresso a € 2,00: “La strada verso casa” di Samuele Rossi, “Sulla strada di casa” di Emiliano Corapi; “Appartamento ad Atene” di Ruggero Dipaola; “Tutto bene” di Daniele Maggioni; “Restoration” di Joseph Madmony; “The Quiet Game” di Görel Crona; “Cara, ti amo…” di Gian Paolo Vallati; “L’amore fa male” di Mirca Viola; “Noi, insieme, adesso – Bus Palladium” di Christopher Thompson; “27m2” di Gabriella Cserháti e Fabien Lartigue

Tra gli eventi speciali anche lo spettacolo teatrale “Il Vantone” con l’attore foggiano Nicola Rignanese, perla regia di Roberto Valerio.

Ricco ed articolato il programma con le scuole che prevede cinque incontri, per studenti di ogni etŕ.

Il Festival si chiuderŕ con una grande Festa del Cinema il 7 e l’8 dicembre, al Quartiere Fieristico, con ingresso libero: proiezioni, incontri-dibattiti con i protagonisti del cinema italiano, qualitŕ e intrattenimento per tutta la famiglia. Sarŕ possibile incontrare ip rotagonisti di Alvin Superstar e le truccatrici di “Il gatto con gli stivali”; ricevere gadget, trovarsi al centro di un set cinematografico. Numerosi gli ospiti e gli eventi di rilievo: nel trentennale di “Ricomincio da tre”, opera prima di Massimo Troisi, la sceneggiatrice Anna Pavignano, nomination all’Oscar nel 1996 per “Il Postino", porterŕ in scena il reading musicale “Da domani mi alzo tardi”; un convegno con l’Apulia film Commission, il concerto dei Tiromancino, lo spettacolo di Giovanni Muciaccia “Impara l’arte e non metterla da parte”, la lezione di cinema con Donatella Finocchiaro. E per finire la serata delle premiazioni: la giuria dei lungometraggi, presieduta da Andrea Crisanti, scenografo pluripremiato e costumista teatrale – e composta da Gabriele Antinolfi, Pier Giorgio Bellocchio, Antonio Damasco e Anna Pavignano – assegnerŕ i premi al miglior film, migliore sceneggiatura emiglior interprete. Il premio della critica sarŕ invece assegnato dalla Cattedra di Storia del Cinema dell’Universitŕ degli Studi di Foggia, diretta da Eusebio Ciccotti.

30/11/2011, 13:07