I Viaggi di Robi

VENEZIA 2011: "L'Ultimo Terrestre", tra risate e applausi
l'incontro con gli extraterrestri secondo Gipi


Ironico e mai banale il debutto nel cinema di Gian Alfonso Pacinotti riesce ad ottenere i giusti consensi della critica e del pubblico di Venezia in vista dell'uscita nelle sale italiane, domani 9 settembre, Fandango Distribuzione. Ottime lavoro degli attori che interpretano personaggi con il vantaggio di mutare durante l'arco del film. Herlitzka e Spinelli perfetti nel ruolo di padre e figlio.


VENEZIA 2011:
Gabriele Spinelli, "L'Ultimo Terrestre"
Terzo e ultimo film italiano in Concorso alla Mostra di Venezia.
"L'Ultimo Terrestre" arriva dopo il discutibile "Quando la Notte" di Cristina Comencini e risolleva gli umori della critica presente alla proiezione del mattino.

Gian Alfonso Pacinotti usa la fantascienza per raccontare e dare risalto all'umanit dei personaggi, alle prese pi con loro stessi che con l'arrivo degli extraterrestri. Che nel film, ci sono. Arrivano in silenzio e vanno a contattare quegli umani che sembrano pi disponibili ad incontrarli. Fino a che...

Il tutto trattato con grande senso dell'ironia, con dialoghi scritti in maniera credibile e personaggi che riescono a far scattare la battuta e la risata molto spesso durante tutto il film.

Bravissimo il protagonista Grabriele Spinelli che interpreta un introverso cameriere, lontano dal comune senso della normalit, innamorato della sua dirimpettaia e alle prese con dei colleghi di lavoro di infimo livello e un amica del cuore che solo lui capisce.

Suo padre, un magnifico Roberto Herlitzka in chiave prima teatrale/depressa e poi realistica/esaltata, vive in una fattoria cadente, alle prese con animali e orto, e un passato che fatica a dimenticare. Ma tutto cambia con l'arrivo dell'aliena...

"L'Ultimo Terrestre", forse non vincer il Leone (troppo forti gli americani e non solo), ma un film divertente che fa di tutto per uscire dai canoni di molto cinema italiano, mostrando l'umanit e i suoi limiti con quel gusto dello scherzo che oltre ad alleggerire l'atmosfera, riesce a sottolineare al meglio il vero significato del film.

08/09/2011, 16:04

Stefano Amadio