I viaggi di Roby

"I BACI MAI DATI", i colori del sud di Roberta Torre


Un evento eccezionale accade nella vita di una famiglia siciliana. Ma la situazione era gi cos precaria che poco o nulla riesce a stravolgere. Solo la riscoperta della figlia da parte della madre dar la vera svolta al film. Ma solo nel finale. Nel cast de "I Baci Mai Dati" la giovane Carla Marchese; Donatella Finocchiaro, la madre; Pino Micol, nei panni di Don Livio; Beppe Fiorello, nel ruolo del padre; e Piera degli Esposti, la parrucchiera e fattucchiera.



Una scena di "I Baci mai Dati"
Roberta Torre scende di nuovo al sud per raccontare le vicende di una famiglia normalmente sfasciata.
Mille colori, 100 acconciature, decine di abiti tra chic e kitch, per un quadro pop dalle tinte abbaglianti.
Dietro al sottile velo di colore per si muovono personaggi leggeri, ai quali, vicende che sconvolgerebbero la vita di chiunque, riescono a malapena a fare il solletico.

Manuela (Carla Marchese) una ragazzina di 13 anni che, vittima di una notte agitata dal caldo e dall'et, dice di aver visto la Madonna, la cui statua nella piazza del quartiere ha perduto la testa. Grazie alla sua "visione" il pezzo di scultura verr ritrovato e rimesso al suo posto. Da quel momento la ragazza , per tutti, in contatto con la Madonna, e dunque si comincia a creare una fila di questuanti davanti a casa sua.

La mamma (Donatella Finocchiaro) senza alcuno scrupolo e con l'aiuto di Don Livio (Pino Micol) organizza una specie di santuario in casa, dove Manuela, controvoglia, incontrer ogni giorno un esercito di bisognosi. A pagamento ovviamente. Gli incontri proseguiranno fino all'arrivo di chi ha veramente bisogno di aiuto; un incontro che spinger Manuela a mollare tutto, finch...

I "Baci mai Dati", narrato in maniera lineare, con poche uscite ed entrate che renderebbero pi ricca la storia. Anche il tema centrale sembra affrontato senza scavare, sia nei personaggi sia nei risvolti degli accadimenti. Le conseguenze sulla ragazza, la posizione della Chiesa, il coinvolgimento dei fedeli sono solo abbozzati, mentre si sente il bisogno di andarne a vedere i riflessi.

Scenografia di Biagio Fersini e costumi Loredana Buscemi colorano la fotografia di Osvaldo Bargero ma sono spesso eccessivi e fini a se stessi.

Tra gli interpreti Donatella Finocchiaro sottolinea senza risparmio la pochezza del suo personaggio con movimenti ed espressioni "da stupidina". Controllati invece Giuseppe Fiorello nei panni del padre e la giovane Carla Marchese al suo debutto nel cinema, riflessiva e quasi rassegnata al suo destino. Pino Micol Don Livio, giusto nella sua poco ortodossa attivit parrocchiale. Sorridente all'eccesso Piera degli Esposti, parrucchiera e fattucchiera che manovra le vite delle povere donne del quartiere.

Il film di Roberta Torre, gi ospite al Festival di Venezia 2010 e al Sundance 2011, sar in sala da venerd 29 aprile distribuito da Videa-CDE.

27/04/2011, 15:40

Stefano Amadio