FilmdiPeso - Short Film Festival

"Concerto Italiano"; una sinfonia d'immagini per i centocinquant’anni
dell’Unità d’Italia firmata da Italo Moscati


"Concerto Italiano - Storia e Storie dell'Unità d'Italia" di Italo Moscati, prodotto da Rai Teche e Prix Italia, un docufilm che si snoda tra documenti e testimonianze e che dipinge un affresco della storia italiana dal risorgimento ai giorni nostri a centocinquant’anni dall’Unità d’Italia.


Nel 1954 la TV inizia le sue trasmissioni. Per tutto il popolo italiano simboleggia una trasformazione sociale ed economica importante e la Rai, la televisione di stato, incentra la sua programmazione sulla Storia d'Italia con documenti ed inchieste. Italo Moscati , sembra proseguire questo lavoro, in "Concerto Italiano - Storia e Storie dell'Unità d'Italia", un docufilm realizzato in occasione dei centocinquant’anni dell’Unità d’Italia.

Tra immagini di fiction e programmi TV, l'autore concentra, negli 82 minuti dell'opera, volti e fatti che hanno caratterizzato la nostra storia dal Risorgimento ad oggi. Le faccie di Garibaldi, Mazzini, Camillo Benso Conte di Cavour, Virginia Oldoini, Cristina Nunzio Belgioioso si mescolano a quelle dei più recenti Alberto Manzi, Mike Bongiorno, Alberto Sordi, Giorgio Bocca, Giorgio Gaber, Indro Montanelli, Lucio Battisti, Patty Pravo, Paolo Borsellino, Giovanni Falcone, Bernardo Provenzano e Totò Riina in una sinfonia video-musicale, dove è la TV ha raccontare la storia e la storia è raccontata dalla TV.

Come per i 100 anni dell'Unità, quando la Rai filmò le iniziative organizzate a Torino, “Italia 61”, tra cui un memorabile intervento di John Kennedy, e “la Mostra dedicata all’Unità dal Museo del Risorgimento”, e realizzò numerosi sceneggiati e programmi per la celebrazione, Moscati ripropone questa formula a cinquant'anni di distanza: uno sguardo al passato per riflettere sul futuro che attende la nostra Italia, un lavoro per interrograsi e riflettere, un'opera che non scende mai nella retorica, un documento vero e spontaneo su "anni che camminano"...

13/02/2011, 10:27

Simone Pinchiorri