Festival del Cinema Citt di Spello
I Viaggi Di Roby

Note di regia del documentario "Japigia Gag"


Note di regia del documentario
L'intento alla base del film stato quello di andare "oltre il semaforo", di fare i conti in maniera diretta con gli zingari vivendo per un lungo periodo all'interno della loro comunit secondo la metodologia etno-antropologica di Flaherty e Rouch. Le riprese sono durate infatti per pi di un anno. Il risultato un documentario al tempo stesso socio-antropologico e narrativo, che non insegue visoni romantiche e stereotipate del mondo dei rom, ma cerca piuttosto di far emergere un micro universo emotivo ed antropologico. Ci che interessava era scovare e rappresentare una vita e una cultura che sono nascoste tra i palazzi delle periferie urbane. Una vita che scorre su un terreno desolato ed abbandonato: un luogo in cui nascere, crescere, sposarsi, sognare e arrabbiarsi. Un micro mondo che si relaziona e si oppone, che ama o che odia il macro mondo che gli attorno, Japigia Gag appunto, la terra e il mondo dei "non zingari". La colonna sonora si compone di canzoni nate durante la lavorazione del film, di poesie di uno dei protagonisti del documentario e di brani tipici della tradizione dei rom di Romania.

Giovanni Princigalli